Il 23/5 del ’92 moriva Giovanni Falcone. Per ricordarlo don Aniello sarà ospite al Pascal

image_pdfimage_print

Cari studenti e amici tutti della Fondazione Falcone, grazie per la vostra vicinanza e sostegno.

Vorrei  che  foste consapevoli del vostro ruolo di testimoni e di come le vostre azioni quotidiane nelle realtà in cui vivete rendono possibile la giornata del 23 maggio: le delegazioni che raggiungono Palermo e che hanno la possibilità di partecipare al momento collettivo nell’aula bunker sono protagonisti tanto quanto ognuno di voi nella piazza del proprio paese dove tutti i giorni si possono esprimere l’impegno e le azioni alla legalità.

La Fondazione Falcone ha bisogno e crede in tutti voi; nel vostro impegno, nelle vostre idee e – soprattutto – nei vostri sorrisi.

Già, proprio nei vostri sorrisi che non sono risate fine a se stesse, ma espressioni di entusiasmo e partecipazione al 23 maggio che non rappresenta una messa di commemorazione bensì il coronamento di qualcosa che parte dalla speranza e volontà di cambiamento.

Nell’ambito delle attività di commemorazione della strage di Capaci, in cui perse la vita il magistrato antimafia, Giovanni Falcone, l’istituto B. Pascal ospiterà , giorno 23 maggio, Don Aniello Manganiello, sacerdote campano, da anni impegnato contro la camorra. Don Aniello ha fondato l’associazione “Ultimi”, che promuove iniziative per diffondere la cultura della legalità, soprattutto fra i più giovani, a Napoli, in Campania e in molte altre zone del nostro Paese.

Giustizia e legalità in tutte le Scampie d’Italia

Post recenti

Leave a Comment