Quando è difficile trovare un buon film

Non sono un nostalgico o almeno non credo di esserlo, ma su un paio di cose sono un passatista: sono convinto che nel periodo che va dalla fine degli anni 60 all’inizio degli anni 80 il cinema e la musica hanno avuto un picco di qualità e di originalità che non è stato più raggiunto. Sono anni oramai che, nel migliore dei casi, assistiamo solo a stanche ripetizioni. Dove sono oggi i registi trentenni e quarantenni paragonabili ai Fellini, Spielberg, Scorsese, Coppola, Kubrick, Altman, Moretti, Bertolucci di quegli anni? Oggi andiamo a cinema senza nemmeno sapere chi è il regista. Il cinema è stato spiazzato dall’industria dei blockbusters e fagocitato dalle serie tv che hanno assorbito registi, sceneggiatori, attori e talenti. Ogni tanto però vi è un’eccezione ed è il film “Roma” del regista messicano Alfonso Cuaron, racconta una vicenda umana semplice e toccante con uno stile realistico e raffinato nello stesso tempo, Cuaron è un regista che fa parlare le immagini e non solo gli attori, cura le inquadrature e sa muovere la macchina da presa, insomma sa fare cinema. Forse non è solo un caso che il film è ambientato negli anni 70′ a Citta del Messico.

Post recenti

Leave a Comment