RI-Generazione in cammino sul sentiero Frassati dei monti Dauni

image_pdfimage_print

È terminata domenica 10 Febbraio la seconda fase di Ri-generiamo l’evento di inPUGLIA365, incentrato sul Sentiero Frassati della Puglia, un anello di sentieri di 40 km nel cuore dei Monti Dauni, promosso dal CAI sezione di Foggia con  Legambiente FestAmbiente Sud e la collaborazione dei comuni toccati dal sentiero Frassati: Roseto Valfortore, Biccari, Castelluccio Valmaggiore, Celle di San Vito, Faeto e Alberona.

 

I tre appuntamenti 8–9–10 Febbraio di inPUGLIA365, in attuazione del Piano strategico regionale del turismo, hanno avuto un grande successo con una partecipazione complessiva di più di 60 camminatori. Tra questi il più giovane iscritto del CAI Foggia, Tommaso Riccio (11 anni) di Castelluccio Valmaggiore, che si è fatto gli oltre 16 km della seconda tappa, Celle di San Vito – Roseto, con grande entusiasmo, nonostante le difficoltà del sentiero notevolmente fangoso a causa delle abbondanti piogge degli ultimi tempi.

 

Tutti, infangati ma felici, hanno voluto essere presenti alla cerimonia finale magistralmente tenuta da Michele del Giudice, il trait d’union tra la Regione e Puglia Promozione, i sindaci e le istituzioni locali nonché le strutture culturali ed enogastronomiche locali che hanno contribuito al successo dell’evento.

Significativa la partecipazione a questo evento di Antonello Sica del CAI Salerno, ideatore dei Sentieri Frassati e curatore, insieme a Dante Colli, della bellissima pubblicazione del Club Alpino Italiano “L’Italia dei Sentieri Frassati”.

Il prezioso volume è stato donato dal CAI Foggia ai Sindaci di tutti i Comuni interessati dal Sentiero Frassati, con l’augurio che il sentiero Frassati sia un ponte che unisca e aiuti a far conoscere le tante bellezze dell’Italia.

A tutti quelli che hanno partecipato all’evento è stato dato un attestato e una sacca con prodotti caratteristici dei cinque paesi attraversati.

Fanno ben sperare le parole spese da Lucilla Parisi, sindaco di Roseto Valfortore; da Pasquale Marchese assessore di Castelluccio Valmaggiore e dai rappresentanti degli altri comuni attraversati, sulla cura da destinare alla manutenzione periodica del Sentiero Frassati, perché sempre più camminatori ne possano usufruire.

Il Presidente uscente del CAI di Foggia Ferdinando Lelario nel consegnare ai Sindaci l’interessante pubblicazione del Club Alpino Italiano ha messo in evidenza che l’impegno prioritario del CAI Foggia è stato sempre la valorizzazione e la conoscenza dei Monti Dauni e dei suoi bellissimi borghi.

Proprio per dare continuità a questo impegno, il CAI Foggia ha deciso di far passare lungo i Monti Dauni il Sentiero Italia, un itinerario escursionistico, lungo più di 6.000 km, che unisce l’Italia da Nord a Sud. Il Sentiero Italia in Puglia arriva dal Molise, passerà per San Marco la Catola, Monte Sambuco, Monte Cornacchia, Orsara di Puglia, per poi dirigersi verso la Murgia.

Molti i paesi interessati dal sentiero, fra questi anche i paesi del Frassati. A tutti loro Lelario ha chiesto un impegno a promuovere e valorizzare il Sentiero Italia.

Post recenti

Leave a Comment