Massimo Cacciapuoti, La notte dei ragazzi cattivi

image_pdfimage_print

Terzo appuntamento della quarta edizione del progetto Leggo Quindi Sono.
L’autore protagonista di questo appuntamento è Massimo Cacciapuoti, rinomato scrittore di origini napoletane.
Il suo libro “La notte dei ragazzi cattivi” è una denuncia verso la propria società territoriale ma rappresenta anche anche un differente modo di pensare.
Protagonista del romanzo è Fabio, o meglio, Fabioromano – tutto attaccato – che si vedrà nel tentativo di affrontare il suo ingresso nel mondo adolescenziale.
Il suo unico punto di riferimento è la sorella, Valentina, che desidererà più volte una vita “normale”.
Soppresso dalla presenza di un padre troppo severo e dalla figura di madre quasi completamente assente, a causa di un tumore diagnosticatole, Fabio troverà rinnovata fiducia nell’insegnante di sostegno, Giulia De Giovanni.
La svolta del racconto sarà un incrocio tra passato e presente e il destino che si ripete in modo ciclico: i comportamenti dei genitori sono gli stessi che avranno i loro figli.
Ciò che scrivo non è mai completamente frutto della mia immaginazione. C’è sempre un episodio reale alla base” così, Cacciapuoti ha espresso la sua scrittura.
Alla base dello stesso testo vi è la presenza di una situazione di microcriminalità reale, che egli stesso ha vissuto in terza persona.
Oltre all’analisi del libro proposto, si sono toccate diverse tematiche, quali il bullismo -piaga sempre maggiore nella nostra società -, il sostegno nelle scuole – nella maggior parte dei casi, totalmente assente ed inefficace – e il ruolo di sceneggiatura che lo stesso scrittore ha avuto nei confronti di un proprio libro, Pater familias.
La platea giovanile ha accolto di buon grado la presenza di Massimo Cacciapuoti che sarà sicuramente rinnovata al prossimo appuntamento con gli ultimi due autori in gara.

Post recenti

Leave a Comment