A chi vuole più bene la mamma? Il romanzo di Teresa Ciabatti

image_pdfimage_print

Dopo il rinvio dello scorso dicembre, ecco la nota scrittrice e sceneggiatrice. Giovedì 11 aprile, ore 19, Ubik Foggia. L’autrice presenta “Matrigna” (Solferino), tra i migliori romanzi del 2018. Dopo il successo de “La più amata” (Mondadori), secondo classificato allo Strega 2018, un’altra grande storia

                                                                                                                                                        

“Questo è un libro di madri, dove viene fuori anche il loro lato buio, quello di cui spesso non si parla ma che coesiste con quello luminoso”. È la stessa autrice a dare indizi in merito al suo ultimo romanzo, quasi due anni dopo il grande successo de La più amata (Mondadori, 2017), libro secondo classificato al Premio Strega 2018 e tradotto in diversi paesi. Un titolo che sembra quello di una favola nera, Matrigna, pubblicato dalla casa editrice Solferino e, secondo l’autorevole parere dell’inserto culturale del Corriere della Sera, La Lettura, tra le migliori prove narrative del 2018. Dopo il rinvio dello scorso 12 dicembre, causato da un’indisposizione improvvisa che ha impedito alla scrittrice di confermare l’appuntamento in libreria, giovedì 11 aprile, alle ore 19, nello spazio live della Ubik di Foggia, Teresa Ciabatti incontra per la prima volta il pubblico di Capitanata, presentando un romanzo che sembra rispondere ad una “domanda-incubo” proveniente direttamente dall’immaginario dell’infanzia: A chi vuole più bene la mamma? A conversare con la scrittrice e sceneggiatrice, sarà la lettrice Chiara Gentile del gruppo di lettura PagineMie, insieme con il libraio Salvatore D’Alessio.

 

Matrigna (Solferino, ottobre 2018; pagine 196). Noemi è una bambina normale: capelli castani, occhi marroni, un fisico sgraziato. Andrea è un bambino speciale: capelli biondi, occhi azzurri, tutta la dolcezza del mondo. La mamma di Noemi è una donna in vestaglia, schiacciata dalla depressione post-partum. La mamma di Andrea è una signora con i tacchi, intenta a esibire il suo bambino bellissimo. Eppure, Noemi e Andrea sono fratelli. Ci sono madri e matrigne, figli e figliastri, anche quando la famiglia è una sola. Ma cosa succede quando il bambino speciale un giorno sparisce? E se la polizia, e forse anche i genitori, sospettano che la responsabile sia la sorella? Domande che una ragazzina undicenne può solo rimuovere, ma che Noemi quarantenne deve affrontare quando all’improvviso suona il telefono. È richiamata al paese, là dove tutto è cominciato e dove tutto è finito. Con la sua voce narrativa scomoda e irresistibile, Teresa Ciabatti ci immerge in un racconto che, attraverso una sparizione, indaga il lato perturbante della maternità e le domande irrisolte di ogni famiglia. Si amano allo stesso modo tutti i figli? Si odiano allo stesso modo tutti i fratelli?

 

Tersa Ciabatti. Nata a Orbetello, vive a Roma. È autrice di romanzi e di racconti pubblicati in antologie e apparsi anche sulle riviste «Nuovi Argomenti» e «Granta». Tra i suoi romanzi: I giorni felici (Mondadori 2008), e Il mio paradiso è deserto (Rizzoli 2013). Il suo romanzo più recente è La più amata (Mondadori 2017), sul podio della Classifica di qualità de «La Lettura – Corriere della Sera» e miglior romanzo del 2017 per «Rivista Studio».

 

Post recenti

Leave a Comment