Verona-Foggia 2-1. Racconto di un viaggio e di una partita…

image_pdfimage_print

Ore 3.00 della notte tra Venerdì e Sabato. Siamo in 4 (io, Alfonso, Nicola e Leo). Scendiamo di casa per incamminarci verso il club dove prenderemo il pullman che ci porterà a Verona. Fa fresco, ma non troppo secondo gli altri, sarà forse l’ansia a farmi sentire freddo. Dopo un po’ arriva il pullman e tutti insieme ci mettiamo in viaggio che forse può essere definito quello “della speranza”. Di fianco a me c’è Alfonso che appena partiti comincia a prendere sonno mentre io, invece, guardo fuori dal finestrino il sole che sta per sorgere. Prima sosta in autogrill, scendiamo e ci sgranchiamo le gambe mentre sgranocchiamo e beviamo qualcosa. Subito dopo si riparte. Man mano che ci avvicinavamo verso Verona l’ansia cominciava a crescere sempre di più. Seconda sosta, scendiamo e mangiamo i nostri panini. Ancora una volta risaliamo e ripartiamo. Arriviamo a Verona. Man mano che ci avvicinavamo allo stadio l’atmosfera cominciava a farsi sentire. Scendiamo dal nostro pullman e passano dei Veronesi sull’autostrada di fronte a noi che ci scherniscono. Noi però rispondiamo a dovere. Ci dirigiamo allo stadio ed entriamo. Le gambe tremavano, già da fuori sentivamo i nostri tifosi che stavano cantando. Ci sistemiamo e cominciamo a cantare mentre la partita sta per iniziare. Arriva il fischio dell’arbitro e iniziano gli ultimi 90 minuti della stagione. Nel primo tempo non accade nulla ma nel secondo arriva il gol di Iemmello che ci illude. Il Pescara segna e Il Venezia perde, tutto sembrava essere perfetto, forse anche troppo. Segna il Verona. Al Foggia serve una sola rete per salvarsi se vuole evitare i play-out ma ecco che arriva un rigore per i gialloblù che realizzano L’inizio di un incubo. Dopo qualche minuto arriva la notizia che il Venezia ha rimontato. L’arbitro fischia la fine della partita e lì parte un pianto indescrivibile, una ferita che rimarrà nella storia di qualsiasi tifoso ma di chi soprattutto era presente. Ci sistemiamo nel pullman e ripartiamo mentre penso che la nostra storia è piena di sconfitte ma che forse un giorno torneremo più forti di prima…

Post recenti

Leave a Comment