Secondo giorno di esame: i ragazzi affrontano la prova multidisciplinare. Al Pascal, Economia Aziendale e Informatica.

image_pdfimage_print

Inizia oggi la vera sfida per i maturandi italiani. La riforma degli Esami di Stato ha introdotto nuove modifiche alla seconda prova, confermando l’eliminazione della terza, il quizzone. Negli anni passati il Miur decideva annualmente una delle materie di indirizzo che sarebbe stata al centro della seconda prova. Quest’anno, in corso d’opera, il ministro Bussetti ha deciso la multidisciplinarità della seconda prova: i ragazzi hanno dovuto affrontare entrambe le materie di indirizzo. Latino e greco per il Classico, matematica e fisica per lo Scientifico. I maturandi, quest’anno, si sono ritrovati ad essere i campioni di un vero e proprio esperimento. La durata della prova non è cambiata per gli istituti superiori citati pocanzi, sempre sei ore, rispetto alle otto preventivate all’inizio dell’anno. I ragazzi del Pascal di Foggia hanno affrontato Economia Aziendale ed Informatica. La prima parte chiedeva loro di redigere il bilancio in forma abbreviata della Alfa s.p.a. e per Informatica, di creare un sistema informativo relativo ai prodotti venduti dall’azienda, il relativo scherma logico-relazionale e scrivere alcuni comandi in linguaggio SQL. La seconda parte prevedeva quattro diversi punti, due di Economia Aziendale e due di Informatica. Il candidato doveva scegliere due dei quesiti proposti. Com’è andata? A dircelo saranno i risultati ottenuti dai ragazzi. Adesso i maturandi dovranno affrontare la loro ultima prova, il colloquio orale con le famigerate buste.

Post recenti

Leave a Comment