Torna in Capitanata la giornalista, tra le voci più autorevoli in materia. La Siria, un’inchiesta di denuncia e d’amore

image_pdfimage_print

Il reportage di Laura Tangherlini. Sabato 19 ottobre, ore 19, alla Ubik. Le voci del popolo siriano nel nuovo libro della conduttrice di Rainews24  

L’autrice, pluripremiata per le sue inchieste da inviata, presenta “Matrimonio siriano. Un nuovo viaggio”

La Siria e la sua gente al centro di un nuovo reportage sul campo, scritto e vissuto da una delle giornaliste e massime esperte in materia, autrice di un libro che non è solo inchiesta, ma anche denuncia e amore per un popolo. Torna in Capitanata Laura Tangherlini, giornalista e conduttrice di Rainews24, protagonista dell’incontro di sabato 19 ottobre, alle ore 19, nello spazio live della libreria Ubik di Foggia, dove presenterà una nuova e approfondita pubblicazione su un argomento di stringente e urgente attualità: Matrimonio siriano. Un nuovo viaggio (Rubettino, 2019). A conversare con l’autrice, vincitrice di numerosi premi di taglio giornalistico soprattutto per i suoi reportage dalla Siria, sarà il direttore de Il Mattino di Foggia, Antonio Blasotta. In mattinata, alle ore 11, Laura Tangherlini sarà inoltre al Teatro U. Giordano per un incontro con le scuole della città organizzato dal Comune di Foggia, mentre in serata, dopo l’appuntamento in libreria, l’autrice sarà ospite dei Lions – Umberto Giordano a Casale Cisternino.

Matrimonio siriano. Un nuovo viaggio (Rubettino, 2019; Prefazione di Gian Antonio Stella. Introduzione di Corradino Mineo). Come si sopravvive da profughi siriani? Come e dove si è accolti? Da cosa si scappa? Quanto restano forti, dopo otto anni di conflitto, la nostalgia e il ricordo? Il ritorno è davvero una possibilità? La guerra è davvero finita? Ci sono buoni e cattivi? Le risposte a queste domande dalle voci delle vere vittime, di chi scappa e di chi ha paura a tornare. Il loro dramma in un libro di inchiesta, denuncia e amore. Matrimonio siriano, un nuovo viaggio nasce dai viaggi benefici di due neo-sposi e dal bisogno di verità e giustizia di una giornalista. Comincia quando Laura Tangherlini, assieme al marito cantautore Marco Rò, ha voluto organizzare in chiave completamente benefica per i profughi siriani le sue nozze in Umbria, incontrando e aiutando poi quegli stessi profughi in Libano e Turchia. E termina in Giordania, dove l’autrice torna, da sola, per continuare il suo progetto di ascolto e soprattutto di aiuto concreto verso quel popolo di cui si era innamorata nel 2009, soggiornando a Damasco per studio. Al dito ormai la fede e sulle spalle chili di aiuti propri e inviati da tanti conoscenti e telespettatori che negli anni hanno seguito e sostenuto questo molteplice viaggio d’amore, colorato da momenti di festa, racconti dolorosi, incontri musicali, personali iniziative benefiche e il duro lavoro di alcune ong tra cui Terre des Hommes, Un Ponte per, Avsi, Intersos, Vento di Terra, Uisp, Ai.Bi. Amici dei Bambini, Kids for Paradise, Amal for Education. Una nuova finestra di verità aperta su un mondo che i nostri media ci fanno ignorare.

Laura Tangherlini. Giornalista e conduttrice di Rainews24, muove i primi passi nella redazione de «Il Resto del Carlino». Dal 2008 conduce i notiziari del canale all news Rai ed è redattrice ed inviata della redazione Esteri. Ha scritto tre libri dedicati alle conseguenze soprattutto umanitarie del conflitto siriano: Siria in fuga (2013, premi Fiuggi Storia 2013 ed Enzo Biagi 2015), Libano nel baratro della crisi siriana (2014, premio Cerruglio 2015) e Matrimonio siriano (2017), con allegato documentario (www. matrimoniosiriano.com) per il quale ha vinto i premi: Montale fuori di casa (2018); Universum donna (2018); Caravella (2018) per solidarietà e impegno civile; Javier Valdez (2018) per il giornalismo di inchiesta. È ambasciatrice di Ai.Bi. Amici dei Bambini e Ambasciatrice di Pace della International University of Peace.

Post recenti

Leave a Comment