Leggo QuINDI Sono, premio “Le giovani parole” Il vincitore del 2019 e i libri della V edizione

Cinque autori, cinque
case editrici indipendenti e un premio deciso dagli studenti

Mercoledì 13 novembre, ore 10, Teatro Giordano di Foggia: 500 studenti in arrivo Proclamazione del primo classificato, premiazione e lancio dei nuovi titoli del 2020

Chi sarà il
vincitore dell’edizione 2019?

Ancora qualche ora prima della proclamazione e della premiazione del romanzo
più amato dalla “carica dei 500 studenti”, stando al numero di lettori
coinvolti nella manifestazione “Leggo
QuINDI Sono–Le giovani parole”
. Dopo la chiusura della finestra di voto,
avvenuta lo scorso 30 settembre, per il quarto anno consecutivo l’iniziativa
chiama a raccolta i veri protagonisti del concorso-progetto ormai riconosciuto
in tutta Italia, presentato anche al Salone
Internazionale del Libro di Torino
: gli alunni delle scuole superiori di
Capitanata, ovvero coloro i quali hanno letto, incontrato e votato il miglior
autore tra cinque selezionati tra le case editrici indipendenti italiane (la
parola “QuINDI” nasce dalla fusione Qui-INDIPENDENTI). Saranno loro, ancora una
volta, a riempire gli oltre 400 posti del Teatro
U. Giordano
di Foggia in occasione della cerimonia conclusiva di questa IV
edizione, in programma mercoledì 13
novembre
, alle ore 10. A differenza degli anni scorsi, va precisato, il
nome del vincitore o della vincitrice del premio Le giovani parole 2019 verrà
reso pubblico durante l’evento
, il quale segna la fine della precedente
edizione e l’inizio della nuova con la presentazione al pubblico, in anteprima nazionale, della nuova
cinquina di titoli valida per l’anno scolastico 2019/2020.

Il più votato dagli studenti riceve il premio Leggo QuINDI Sono–Le giovani parole 2019 e ritrova
le scuole che hanno preso parte all’edizione appena conclusa (“B. Pascal”,C. Poerio”, “O. Notarangelo-
G. Rosati”
di Foggia; “G. T. Giordani”
di Monte Sant’Angelo, “P. Giannone”
di San Marco in Lamis e Liceo E. Duni
di Matera), a cui si aggiungono i nuovi istituti che hanno aderito per il 2020
(Liceo scientifico G. Marconi e
Istituto Einaudi-Grieco di Foggia, Liceo Bonghi di Lucera). Oltre alla
targa LQS, l’autore riceverà un riconoscimento economico da parte della Fondazione Monti Uniti di Foggia, che
sostiene e patrocina l’intera iniziativa, rappresentata per l’occasione dal
presidente Aldo Ligustro. I titoli e
gli autori in lizza sono: Massimo
Cacciapuoti
, La notte dei ragazzi
cattivi
(minimum fax); Valeria
Caravella
, Il maggiore dei beni
(Nowhere Books); Dario Levantino, Di niente e di nessuno (Fazi); Peppe Millanta, Vinpeel degli orizzonti (Neo); Leonardo
Palmisano
,Tutto torna (Fandango).

La manifestazione, inoltre, prevede anche un premio
speciale esito del lavoro svolto insieme con il gruppo di lettura della Casa Circondariale di Foggia che, nel
corso dell’edizione uscente, ha incontrato i cinque autori selezionati grazie
al progetto Lib(e)ri dentro
organizzato dal CSV Foggia: il
riconoscimento, realizzato dai detenuti coinvolti, verrà consegnato dalla
responsabile delle attività, Annalisa
Graziano
.

Dopo la premiazione, come anticipato, avrà luogo la
presentazione al pubblico e alla stampa della nuova cinquina di romanzi valida
per questa V edizione di Leggo QuINDI Sono–Le giovani parole, selezionata dai membri
dell’associazione di volontariato culturale Leggo QuINDI Sono, composta da
librai, lettori, docenti e bibliotecari della Biblioteca di Foggia “La Magna Capitana”. All’evento di mercoledì
13 novembre, oltre ai rappresentanti della libreria Ubik (partner della manifestazione), Michele Trecca (presidente LQS)e Salvatore D’Alessio (direttore
artistico del concorso-progetto), e ai dirigenti degli istituti scolastici
coinvolti, prenderanno parte gli assessori
alla Cultura e alla Pubblica Istruzione
del Comune di Foggia, Anna Paola Giuliani e Claudia Lioia, il direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, Maria Aida Episcopo, la direttrice
della Biblioteca, Gabriella Berardi e
il presidente dell’associazione Amabili
Confini
di Matera, Francesco
Mongiello
. La conduzione dell’evento è affidata al giornalista Felice Sblendorio, della testata BonCulture (media-partner dell’evento al
pari del giornale scolastico dell’Istituto B. Pascal di Foggia, IlSottoSopra).