Sessa Aurunca e Casal di Principe, visite didattiche sui luoghi della resistenza alle mafie per i giovani de “La Strada”

image_pdfimage_print

Entra nel vivo il progetto vincitore dell’Avviso Cantieri Innovativi di Antimafia Sociale della Regione Puglia. Da Cerignola, nuove tappe del percorso di formazione ed animazione di strada.

Prima uscita didattica autunnale per i giovani partecipanti al progetto “La strada. C’è solo la strada su cui puoi contare”. Il 9 novembre gli operatori della Cooperativa Altereco di Cerignola hanno accompagnato gli studenti a “Terra Aut”, il bene che sorge su un terreno confiscato alla criminalità organizzata, in loro gestione dal 2011.

La visita è stata organizzata dopo gli incontri di formazione delle scorse settimane, realizzati nell’ambito dei primi due moduli del programma progettuale: “Spazio Hub idee 1.0” e “Spazio Hub idee 2.0”. “I ragazzi sono stati coinvolti in incontri di gruppo e brainstorming – spiegano i responsabili del progetto – per dare vita al percorso di formazione ed animazione di strada. Duplice la finalità: promuovere il progetto sul territorio e orientare i partecipanti attraverso la sensibilizzazione all’educazione alla cittadinanza attiva e alla cultura della legalità”. Nel corso delle prime 20 ore di attività sono stati organizzati giochi, riflessioni, incontri tematici e proiezioni di documentari. I partecipanti hanno anche visitato Palazzo Coccia – in occasione dell’incontro “Io mi chiamo Hyso: caporali e caporalato a 20 anni dalla morte di Hyso Telharaj”, con la partecipazione di don Ciotti – la cooperativa sociale Padre Pio, la Fiera del libro e il CAV “Titina Cioffi” di Cerignola, per una mappatura del territorio.

Nelle successive 20 ore, con l’esperto Leonardo Filiani, sono stati formati alla cultura del fare impresa in modo libero, partecipativo e solidale. “Varie le tematiche affrontate nel corso degli incontri – sottolineano gli operatori – dal concetto d’impresa ai modelli di business, dal ‘pensiero divergente’ all’‘atteggiamento reattivo’, fino all’analisi delle differenze tra organizzazione aziendale classica e moderna”.

Prima della ripartenza dei moduli formativi, gli studenti saranno coinvolti in altre due uscite didattiche: sabato 16 novembre visiteranno la cooperativa “Al di là dei sogni” di Sessa Arunca, in provincia di Caserta, dove potranno conoscere il bene confiscato “A. Varone” e apprendere i concetti di agricoltura ed economia sociale, con attività pratiche come il lavaggio dei vasetti nell’impianto di produzione e l’etichettatura.

Sabato 30 novembre, invece, partiranno alla volta di Casal di Principe, dove incontreranno gli operatori della cioccolateria “Dulcis in Fundo”, sul bene confiscato gestito dalla cooperativa sociale “Davar”. Faranno tappa anche a “Casa Don Diana” e avranno così modo di visitare il Museo diffuso della Resistenza alla camorra, mostre fotografiche sul tema e ascoltare storie delle vittime innocenti di camorra.

Il progetto “La strada. C’è solo la strada su cui puoi contare” è vincitore dell’“Avviso Cantieri Innovativi di Antimafia Sociale: educazione alla cittadinanza attiva e miglioramento del tessuto urbano” della Regione Puglia ed è stato finanziato con lo stanziamento di 455mila euro.

Il progetto è promosso dall’Associazione Temporanea di Scopo che vede il Comune di Cerignola in qualità di ente capofila e un nutrito partenariato composto da: Comune di Foggia, CSV Foggia, Cooperative sociali Medtraining, Iris e Altereco.

Post recenti

Leave a Comment