Presentazione del progetto con la Dirigente Provinciale Maria Aida Episcopo

image_pdfimage_print

Il 25 gennaio 2020, allo stadio del Foggia, Pino Zaccheria, era presente la Dirigente Provinciale Maria Aida Episcopo che ha presentato il seguente progetto: con lo sport STOP alla violenza.

• Secondo lei è presente la violenza oggi nello sport?

“Senza altro alcune curve danno un immagine non solo mediaticamente ma perché proprio frequentatore degli stadi, un immagine non consona ai valori che devono guidare una comunità, specialmente una comunità sportiva.

Ovviamente io penso che sia i linguaggi verbali sia agli atti commissivi di natura fisica, che in tal caso palesano dei reati.

Non si tocca nessuno, tantomeno per motivi sportivi. Lo sport è cultura, non può essere contaminato e macchiato da delle curve diseducate lontane dai valori dello spirito comunitario che devono governare lo sport. Sicuramente facciamo bene a visitare e monitorare le curve con le forze dell’ordine.

Dobbiamo agire non al metodo repressivo ma all’esempio rieducativo.”

•Qual’è lo scopo di questa iniziativa?

“Intanto è raggiungere le fasce giovanili perché lo sport è un linguaggio congeniale alle fasce giovanili quindi io immagino tutte le nostre scolaresche e gli studenti. E proprio attraverso questo laboratorio attivo si possa risalire ai valori che governano la società civile, ad esempio al fair play, cioè al rispetto delle regole, al rispetto della versione antagonista poiché non tutti siamo in pensiero unico o della stessa squadra. Valori che se traslati (in famiglia, in classe, nella comitiva) ci fanno crescere e ci rende migliori.”

La presentazione completa la troverete sul canale Youtube “il SottoSopra

Post recenti

Leave a Comment