La nuova GSX-RR di Suzuki

image_pdfimage_print

La Suzuki a Sepang svela la moto per il Motomondiale, con un cambiamento immediato: le tinte. La Casa di Hamamatsu, festeggia il suo 60° anniversario nelle corse con una livrea rinnovata, in cui al tradizionale blu, è mescolato l’argento che spicca in ampie porzioni delle carene delle GSX-RR.  Sulla moto troviamo Alex Rins e Joan Mir. Le ambizioni della squadra, che ha un italiano, Davide Brivio, nelle vesti di team manager, ripartono dal 4° posto di Alex Rins nel mondiale piloti 2019, grazie a due vittorie e un 2° posto, e dall’ascesa di Joan Mir, che dopo una buona stagione da rookie in Top Class, cercherà costanza e risultati per confermarsi. “Il 2019 è stato importante, abbiamo mostrato progressi costanti ed è la strada giusta – dice lo stesso Brivio -. Rins ha colto due vittorie, il nostro obiettivo, abbiamo imparato molto, fatto progressi costanti e disputato gare molto solide. Rins è cresciuto, Mir è stato sempre più costante e abbiamo preso buone lezioni dal 2019 da sfruttare nel 2020. Questo per la Suzuki è un anno speciale per i 60 anni del racing, i nostri ingegneri in Giappone hanno lavorato su varie parti per cercare di migliorare il nostro buon pacchetto e i nostri piloti sono pronti ed entusiasti: credo che dobbiamo fissare il nostro obiettivo nel migliorare ancora le prestazioni”.

Post recenti

Leave a Comment