La pace e la speranza, un diritto per tutti i popoli.

image_pdfimage_print

“La pace è un bene prezioso, al quale aspira tutta l’umanità che porta i segni delle guerre che si sono succedute e che non cessano di colpire i più poveri e i più deboli… Ancora oggi a tanti uomini e donne, a bambini e anziani, sono negate la dignità, la libertà, la solidarietà comunitaria, la speranza nel futuro”. Con queste parole si apre il messaggio del papa mandato in occasione della giornata mondiale della pace. La pace ha un valore inestimabile che al giorno d’oggi viene sottovalutato e non si può raggiungere se l’odio e l’egoismo continuano a crescere fino ad arrivare a conseguenze peggiori come la guerra. Proprio qualche giorno fa in occasione della Giornata della Memoria abbiamo ricordato le vittime dell’Olocausto, più di 6 milioni, massacrate dagli ariani che consideravano inutili gli ebrei, i popoli dell’Est, i disabili e gli omosessuali. Non ci può essere la pace se si discriminano gli altri e se si hanno convinzioni di superiorità che giustificano ogni mezzo per dimostrare di essere i più forti. Tuttavia questo non è un problema passato perché come dice il Papa e noi siamo d’accordo con lui, al giorno d’oggi “Intere nazioni stentano a liberarsi dalle catene dello sfruttamento e della corruzione, che alimentano odi e violenze.”  È importante capire che così come tutti vorrebbero la pace, tutti hanno diritto alla speranza, compresi gli immigrati che scappano dai loro paesi per avere un futuro migliore. Affrontano viaggi lunghi, pericolosi e pesanti ma la speranza è l’ultima a morire perché la speranza è uno stato d’animo che ci accompagna sempre. Quando speri fortemente qualcosa, inizi ad aspettare che diventi realtà per questo ci auguriamo che un giorno si possa raggiungere una convivenza pacifica tra i popoli perché non ci può essere pace senza speranza in un futuro migliore, senza speranza che chi ha bisogno di aiuto sia aiutato, senza speranza che tutti abbiano dignità e diritti senza essere considerati diversi o inutili, per evitare che la pace rimanga solo un sogno.

di Mariapia Di Paola, Maria Marinaccio, Antonio Raffaele

 Classe IIIA sede di Anzano, Istituto Comprensivo “Martin Luther King” , Via Roma 24 – 71021 Accadia (FG). Tel/fax 0881.981370 tel. 0881. 1741537 fgic819005@istruzione.it

Post recenti

Leave a Comment