image_pdfimage_print

Coronavirus e scuole chiuse: ipotesi rinvio apertura dopo il 3 aprile. Tutto su voti e maturità

Gli insegnanti non possono limitarsi a dare compiti a casa: questa non è la didattica digitale di cui si parla da settimane. Devono dare i voti, perché la valutazione non è una «sanzione» ma è un dovere per gli insegnanti e un diritto per gli studenti. Nel programmare l’attività bisogna che maestre e professori facciano attenzione a non far usare schermi e video troppo a lungo ai loro alunni. Attenzione all’«eccessivo carico cognitivo», avverte il ministero, cioè no all’eccesso di compiti. Didattica digitale Prende forma a poco a poco la didattica digitale…

Continua a leggere

La vita è…

VITA: parola che assume molti significati, proprio perché molte sono le persone nel mondo che ne hanno una diversa concezione. Molto spesso ce la prendiamo con la vita e le scaraventiamo addosso tutti i nostri problemi attribuendole magari l’aggettivo di: “ingiusta”. Non dico che ciò sia completamente sbagliato perché siamo umani e come si è solito fare, cerchiamo di attribuire i nostri errori ad altre persone, cose o situazioni che siano; però penso che sia sbagliato non apprezzarla, perché la VITA è il dono più grande che ci possa esser…

Continua a leggere

Coronavirus, emanata la nota con le indicazioni operative per la didattica a distanza

È disponibile, sul sito del Ministero dell’Istruzione, la nota inviata alle scuole con le prime indicazioni operative per le attività di didattica a distanza.  Cosa si intende per didattica a distanza, la questione della privacy, la progettazione delle attività, l’attenzione agli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, la valutazione delle attività didattiche a distanza: questi i temi trattati dalla nota su cui il Ministero sta lavorando da giorni per offrire chiarimenti e supporto alle istituzioni scolastiche. La didattica a distanza, in queste difficili settimane, ha avuto e ha…

Continua a leggere

“Rimettiamoci il naso”, gara di buonumore on line con Il Cuore Foggia

Al via la “sfida” del sorriso, a distanza, tra nasi rossi e bambini. Su facebook, video, laboratori creativi e balli per impegnare i più piccoli durante la quarantena. Sono giorni difficili, di preoccupazione e angoscia. Costrette a restare a casa per l’emergenza sanitaria COVID-19, molte famiglie sono anche impegnate nell’intrattenere i bambini. “I ritmi sono rallentati, le attività delle nostre giornate e il nostro tempo libero sono bloccati, emerge una sensazione di spaesamento per gli adulti.  Per il bambino – spiega la Presidente de Il Cuore Foggia, Jole Figurella –…

Continua a leggere