Incontro con l’opera del Cervantes “Don Chisciotte”, della 4^B del Pascal

image_pdfimage_print

Informatica: la nostra esperienza con il suggestivo romanzo. Entrare in un’opera letteraria
L’indiscussa immortalità del romanzo cervantino ora raccontata in digitale. Quale miglior modo di studiare un capolavoro del genere se non con la
tecnologia?
Abbiamo imparato quanto sia magnifica quest’opera, che sprigiona fascino in ogni parola.
Le storie narrate nel romanzo, che vedono come protagonista il cavaliere errante Don Chisciotte della Mancia, hanno ottenuto un vasto successo
riflesso in tutte le arti della cultura Novecentesca. La denuncia implicita del Cervantes rivolta alla società, che dipingeva in maniera troppo
esuberante i cavalieri, ha ispirato non solo tante altre opere letterarie ma anche opere artistiche, come quella di Picasso a cui dobbiamo una delle più
celebri e diffuse raffigurazioni del Don Chisciotte. Ricordiamo anche il lascito che il personaggio ha ottenuto nell’ambito cinematografico come la
commedia “Don Chisciotte e Sancho Panza” con la regia di Gianni Grimaldi.
Anche i fumetti si sono lasciati ispirare dall’opera, ma indubbiamente il romanzo conserva a tutt’oggi un grande fascino per i musicisti. Tra i
numerosissimi brani dedicati al cavaliere errante spiccano “Don Chisciotte” di Francesco Guccini, considerato uno dei grandi cantautori
della musica italiana che ne ha fatto a nostro parere un capolavoro, e anche il brano pop del gruppo inglese Coldplay, a simboleggiare il successo
dell’opera anche in età contemporanea.
Così anche noi ci siamo lasciati travolgere dal carisma del Don Chisciotte realizzando in vari gruppi video o presentazioni con l’aiuto di alcune
piattaforme come PowerPoint e Padlet. Abbiamo realizzato così, una presentazione narrativa sulla vita di Cervantes, sulla sua opera più celebre
e sull’influenza che essa ha avuto nella cultura dei secoli successivi, raccogliendo i diversi materiali sull’opera ricorrendo principalmente a
video, immagini ed anche al nostro libro di testo.
Tutto questo ha lo scopo di definire al meglio il messaggio trasmesso dall’opera, attraverso un’esperienza innovativa, motivante e soprattutto
costruttiva. La realizzazione di queste presentazioni, o progetti, rende molto più semplice apprendere l’importanza e la complessità di queste
opere, inoltre la loro realizzazione aiuta molto noi ragazzi nell’apprendere nuovi metodi di studio e di utilizzo di queste piattaforme digitali che
ormai sono sempre più usate, soprattutto nel campo lavorativo. Questa modalità di lavoro sviluppa anche quelle competenze che sono alla base di
un lavoro di gruppo.
Per concludere nella pagina del Sottosopra dedicata ai video, potrete guardare un video della rappresentazione di uno dei nostri gruppi.
Giulia Maria d’Adduzio
Lucia Pia Silvestri,
4^B Informatica

Post recenti

Leave a Comment