Le zone costiere e l’innalzamento dei mari

image_pdfimage_print

L’innalzamento dei mari a causa del riscaldamento globale è un fenomeno in costante aumento che potrebbe portare alla fine del secolo a sommergere molte zone costiere.

A sostenere ciò, ci sono gli studi dell’Onu sui cambiamenti climatici, che prevedono innalzamenti che vanno da 0,94 a 1,45 metri. In particolare, verrà colpito il Mediterraneo, che essendo un mare chiuso ha un equilibrio molto fragile.

Si calcola infatti che fino al 2100, l’Italia potrebbe perdere il 30% delle sue coste. Inoltre dal 1970 si è riscontrata un’erosione delle coste di 40 milioni di chilometri quadrati. Questo fenomeno destinato ad aggravarsi potrebbe portare a ripercussioni sociali ed economiche, poiché con l’erosione delle coste si perderanno territori con un immenso valore strategico per il turismo.

Post recenti

Leave a Comment