A proposito della velocità del vaccino anti-Covid

image_pdfimage_print

Ci sono notizie che non vengono messe i risalto dai media ma che stupiscono e fanno riflettere, ieri ho letto che il vaccino contro il Covid-19 della casa farmaceutica MODERNA, uno dei più promettenti, era stato ideato già il 13 gennaio dell’anno scorso ossia prima che l’epidemia uscisse dalla Cina e molto prima che diventasse quell’enorme problema planetario che sappiamo https://nymag.com/…/moderna-covid-19-vaccine-design.html! La cosa più stupefacente è che i ricercatori impiegarono solo 48 ore a realizzarlo: sabato 11 gennaio i cinesi comunicarono al mondo la sequenza della struttura del DNA del virus e il lunedì il vaccino era stato scoperto. Un vaccino in pratica realizzato in una domenica di lavoro straordinario! Poi ovviamente ci sono voluti vari mesi per studiarne sicurezza ed efficacia. Per quello che ho capito nella realizzazione di questi vaccini basati sull’RNA messaggero, una volta che sia nota la sequenza del DNA del virus, si possono utilizzare software dedicati che permettono di arrivare velocemente ad una soluzione. Questo induce ad un ragionevole ottimismo anche riguardo ad eventuali mutazioni a cui potrebbe andare incontro il virus. E’ straordinario vedere i progressi che sono stati fatti in questo campo della cosiddetta ingegneria genetica e che non sono nemmeno noti agli addetti ai lavori visto che fino a qualche mese fa si dubitava che si riuscisse ad ottenere un vaccino. Rimane la considerazione che mentre la ricerca scientifica avanza in modo stupefacente vi è una parte della popolazione che è rimasta ancorata a vecchie credenze, a pregiudizi antiscientifici, a comportamenti rischiosi. Nella società del futuro le differenze più che economiche saranno culturali?

Post recenti

Leave a Comment