image_pdfimage_print

Cittadinanza attiva significa anche partecipare attivamente alla vita politica?

Questa è la domanda che stamattina l’ex procuratore Lucianetti, assieme al procuratore Infante, ha posto a noi giovani studenti. Abbiamo avuto il piacere di ascoltarli nell’aula magna del nostro istituto. Un incontro che sicuramente ha ampliato la nostra conoscenza e coscienza sulla vita civile e politica dei nostri giorni. La cosiddetta cittadinanza attiva comporta il rispetto degli articoli della Costituzione come: Articolo 2. La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo, sia come singolo, sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede l’adempimento dei doveri inderogabili…

Continua a leggere

Once Upon A Time…Hand made 2.0

Da piccolissima guardavo mia nonna lavorare all’uncinetto.  Lei che con pazienza creava dal nulla, come per magia, piccole e grandi creazioni. Ho così iniziato anch’io per gioco ad uncinettare per vestire le mie bambole, e non ho più smesso. La passione è cresciuta negli anni e non avrei mai pensato che questo strano oggetto avrebbe unito una generazione così tecnologica con la più antica, svecchiando un po’ quel mondo fatto quasi esclusivamente di centrini e coperte. Non è un mondo così arcaico e monotono. L’arte dell’uncinetto è tornata ad essere…

Continua a leggere

Risate con Giovanni Mancini

Il 15 marzo si è conclusa la settimana della cultura del nostro istituto attraverso l’incontro con Giovanni Mancini, comico e attore foggiano che ha iniziato la sua carriera artistica con il teatro e adesso è anche regista. In quest’ultimi anni ha svolto dell’attività cinematografica per film anche molto conosciuti come “Amici come noi” ,“Un’estate al mare” e tanti altri. Sin dall’inizio ha voluto sottolineare quanto sia importante mantenere le proprie radici, essenziali per ricordarci chi realmente siamo. Subito dopo però sono iniziate battute e barzellette in perfetto dialetto foggiano, con temi…

Continua a leggere

NON MI AVETE FATTO NIENTE

Anche quest’anno al 68° Festival di Sanremo, condotto dal presentatore e direttore artistico Claudio Baglioni, accanto a Michelle Hunziker e Pier Francesco Favino, si è esibito Ermal Meta con Fabrizio Moro. Due cantautori che durante la loro carriera musicale hanno sempre trattato temi di attualità nei loro brani portati a Sanremo: “Pensa” di Fabrizio Moro nel Sanremo Giovani 2007 e “Vietato Morire” di Ermal Meta nel Sanremo 2017. Nella prima serata, sono stati i sesti a cantare la loro prima collaborazione “Non mi avete fatto niente”, brano contro la paura…

Continua a leggere