sa

Non ci si dovrebbe fare l’abitudine, né tantomeno montarsi la testa ma l’istituto Blaise Pascal di Foggia festeggia, e a ragion venduta. Per il quarto anno consecutivo la scuola foggiana si è piazzata al primo posto nella classifica di Eudoscopio, un progetto promosso dalla fondazione Agnelli con l’obiettivo di aiutare i ragazzi a scegliere la scuola che, nel suo indirizzo di formazione e limitatamente alla provincia di residenza, è la migliore nel preparare i futuri maturandi all’università e al mondo del lavoro. Il Pascal è risultato l’istituto con il maggior…

Continua a leggere
sa

La Capitanata sarà protagonista di un grande evento sportivo europeo: i campionati giovanili di scherma che si terranno dal 22 febbraio al 3 marzo proprio nella nostra città. Oggi presso la Camera di Commercio di Foggia è stata indetta una conferenza stampa per ragguagliare i giornalisti sull’importanza dell’evento e su quanto lavoro dovrà fare la nostra città per essere pronta ad ospitarlo. Oltre ai giornalisti, in platea erano presenti anche gli studenti dell’istituto Blaise Pascal: quest’anno il giornale scolastico, ilSottoSopra, è media partner del Campionato e per di più una…

Continua a leggere
sa

                            Lunedì 1 ottobre andrà in onda in prima serata l’ultima di 4 puntate della fiction con protagonista l’attrice Luisa Ranieri. La serie racconta la storia di una famiglia siciliana degli anni ‘20, in un’isola la cui più grande ricchezza era ciò che produceva la terra. I Carrizzo, una famiglia di umili origini, lavorano come braccianti al servizio di un barone, assoggettati alla prepotenza del suo capomastro. Dopo la tragica morte del padre di famiglia e il…

Continua a leggere
sa

Chi dimentica il passato è condannato a riviverlo. 26 anni fa muore, insieme alla moglie e a tre uomini della scorta, Giovanni Falcone. Nello stesso anno, a Foggia, muore Giovanni Panunzio. Due uomini molto diversi e distanti tra loro, uccisi da mafie diverse ma per la stessa ragione: la loro renitenza alla criminalità organizzata. Qualcuno potrebbe dire che sono loro gli sconfitti, perché non ci sono più. Non è vero. Entrambi hanno avuto la giustizia che meritavano, non solo nel senso stretto della parola. La loro storia, la loro vita…

Continua a leggere
sa

(Procuratore della Repubblica di Foggia). Le sue sensazioni per la giornata di oggi? Sono belle sensazioni, perché è la sensazione di una città che risponde, di una città che vuole reagire. Siccome il nostro mestiere è lottare contro la criminalità, sappiamo che c’è bisogno del sostengo della gente, di un cambio di mentalità, di una cultura della legalità che porterà più persone a denunciare e testimoniare consentendoci così di fare i processi. Quindi Foggia ha risposto positivamente all’invito lanciato? Sì, Foggia ha risposto positivamente e sono convinto che risponderà positivamente anche…

Continua a leggere
sa

Quali sono le sue sensazioni per la giornata di oggi? Una grande emozione vedere tanti giovani, circa 10.000 giovani che vengono da tutta Italia e che hanno negli occhi la speranza, l’entusiasmo di partecipare e questo mi dà molta fiducia nel futuro dei giovani. Foggia ha risposto bene all’invito lanciato? Ha risposto benissimo ed è un importante segnale per tutto il paese.

Continua a leggere
sa

Le sue sensazioni per la giornata di oggi? Intanto è importantissimo che ci siano tantissimi ragazzi arrivati da tutta Italia, è importantissimo essere qui tutti insieme per dimostrare il nostro impegno contro ogni forma di illegalità ed è giusto che ci si rivolga a tutti i cittadini, perché questa è una battaglia di tutti: delle Istituzioni ma anche di ogni singola persona. Foggia ha risposto positivamente a questo evento? Mi sembra proprio di sì, ci sono un sacco di classi, di scuole, mi pare proprio che sia una bella manifestazione…

Continua a leggere
sa

Quali sono le sue sensazioni per la giornata di oggi 21 marzo? Sensazioni di un grande orgoglio per una città che vuole reagire a una serie di fenomeni che sono accaduti e che continuano ad accadere e soprattutto sento una sensazione di affetto intorno alla città perché qui ci sono sindaci di altri comuni d’Italia, ci sono cittadini di altre parti d’Italia per manifestare questa solidarietà nei confronti di una città che è stata, a mio avviso, un territorio sottovalutato dai governi nazionali nonostante le segnalazioni che sono arrivate dalle…

Continua a leggere
sa

Da un po’ di tempo ormai impazza la Escobar-mania. Numerosi sono i film, i documentari e le serie TV (avrete sentito parlare di Narcos, prodotta da Netflix) che vogliono raccontare la storia dell’uomo considerato il più grande narcotrafficante della storia. In questo film la vita di Pablo è raccontata con occhi diversi, quelli della sua amante, la giornalista colombiana Virginia Vallejo García. La pellicola inizia con il loro incontro durante una delle numerose feste organizzate dal re della cocaina a Medellín dove Virginia era l’ospite d’onore. Pablo le racconta il…

Continua a leggere
sa

Quali sono le sue sensazioni per la giornata di oggi? Sono una dimostrazione di come la lotta alla mafia non sia più riservata allo Stato o ad alcune articolazioni di polizia o della magistratura ma del popolo, della gente, dei giovani, dei più adulti, degli anziani, che hanno la consapevolezza della responsabilità di cui loro sono parte. Credo che oggi abbiamo la riprova che siamo tutti insieme e quindi le mafie verranno abbattute. A Roma è stata finalmente puntata la luce sulla città di Foggia? Certamente, diciamo che Foggia è…

Continua a leggere