image_pdfimage_print

Sportello “on line” al Pascal. Lunedi 18 dalle ore 16.30 sarà possibile collegarsi con i docenti dell’orientamento del Pascal

Per le famiglie di Foggia e provincia è arrivato il tempo di cominciare a valutare quale Istituto scegliere per i propri figli. L’ITE B. Pascal, da sempre attento a questo momento molto delicato a cui vanno incontro gli alunni di terza media, organizza uno Sportello “on line” lunedì 18 gennaio dalle ore 16.30 alle 18.30 I docenti del nostro Istituto consapevoli di dover aiutare al meglio questi ragazzi e per meglio indirizzarli in una scelta ponderata e consapevole, in modo da evitare che possano intraprendere percorsi errati, che non appartengono…

Continua a leggere

A Foggia un evento formativo innovativo che anticipa il futuro, promosso da iFun in collaborazione con Erickson e con il supporto dell’insegnante Maria Semeraro.

Al via il 16 gennaio la 2^ edizione del corso “Il Metodo Analogico intuitivo di Camillo Bortolato”. Il corso, solitamente rivolto ad insegnanti ed educatori, è straordinario perché fortemente voluto e partecipato dai genitori, come afferma lo stesso Bortolato. Se docenti, educatori e genitori collaborano e condividono il metodo di insegnamento è davvero possibile ottenere miglioramenti nell’apprendimento dei bambini, anche di quelli con disabilità. Ne sono fermamente convinti i genitori di iFun – l’associazione di promozione sociale che si occupa di bambini e ragazzi con autismo e disturbi psicosensoriali – che hanno sentito la necessità di organizzare…

Continua a leggere

Legalità e sicurezza percepita: cosa ne pensano i cerignolani? Parte l’indagine del Progetto “La strada”

Gli studenti, protagonisti del percorso formativo, stanno sottoponendo quesiti ai propri concittadini, grazie ad un modulo digitale. Al centro dello studio, la conoscenza che la comunità ha dei beni confiscati alla mafia.   “Che cosa è per te la mafia, pensi che esista a Cerignola? Di cosa avrebbe bisogno la tua città? Ti senti sicuro/a a vivere nel tuo quartiere? Se fossi il sindaco, cosa faresti per migliorarne le condizioni?”. Sono solo alcuni dei quesiti che i giovani partecipanti cerignolani al Progetto “La strada. C’è solo la strada su cui…

Continua a leggere

“Focara di sangue”: romanzo di frontiera e di formazione ambientato al Sud, dove i ragazzi diventano adulti troppo presto

Il libro dello scrittore Carmelo Greco che indaga sulle inquietudine degli adolescenti e che interroga le coscienze degli adulti.Venerdì 15 gennaio la presentazione in diretta streaming su facebook E’ il mese di gennaio e a Tumoli, nel cuore dello Jentu, tutti aspettano l’accensione della focara, una moderna torre di Babele che, invece di sfidare il cielo, sembra quasi accarezzarlo. Lo sanno bene Mirko, Mauro, Sergi, Rizzelli e Nitto. Sono tutti lì, ai piedi del falò, in attesa che la pira prenda fuoco in onore di Sant’Antonio Abate. Ed è intorno…

Continua a leggere

Chiedo a tutti voi di scendere giù in strada

Tanti sono stati i mesi passati a desiderare l’arrivo di questogiorno. Abbiamo sperato tante volte che al nostro risveglio nonsi parlasse più di questo orribile virus, ma ogni giornoaumentavano sempre di più i contagi ma soprattutto i morti equesto rendeva vana ogni nostra speranza. Ma oggi dopo tantobuio finalmente riusciamo a rivedere la luce. Vi annuncio conimmensa gioia che la pandemia è terminata !! Chiedo a tutti voiadulti ragazzi e bambini di scendere giù in strada di urlare asquarciagola che è tutto finito e di cominciare a creare una lungacatena…

Continua a leggere

Lettera al mondo…

Cari Cittadini di tutto il Mondo, abbiamo dovuto affrontare tutti insieme un nemico invisibile che ci ha privato delle persone a noi care e di qualsiasi contatto fisico con gli altri. Devo ammettere che, nel corso della lotta contro questa pandemia, ci siamo impegnati a rispettare tutti le normative, i decreti e le leggi sulla salute contro il virus in modo eccellente e impeccabile. Il vaccino che è stato sviluppato in poco tempo, grazie allo spirito di collaborazione dei ricercatori e delle case farmaceutiche di tutto il mondo, affinché si…

Continua a leggere

Siamo nati per combattere la sorte

Rinascerò, rinascerai… Questi giorni cambieranno i nostri giorni. Ma stavolta impareremo un po’ di più …27 marzo: a sostegno dell’emergenza che il Paese vive a causa del Coronavirus, viene pubblicata la canzone dei Pooh “Rinascerò, rinascerai”. Circa 6000 salme vengono portate via con i mezzi militari dalla città di Bergamo, duramente colpita da questa ondata di Covid-19. Ripercorrendo quei giorni, in cui tutto il Paese era attaccato agli schermi televisivi per assistere a quelle scene che toglievano il respiro, pianto, rabbia, tristezza e paura travolgevano gli animi della gente. Come…

Continua a leggere

La fine del covid

La nostra abitudine e fare colazione guardando la TV. Quella mattina facevano vedere al telegiornale come era apparso in Cina un’influenza molto potente con sintomi molto diversi dai soldi, una notizia tutto ha sommato piccola. Col passare dei giorni si capiva che non era più una semplice influenza ma si trattava di un virus, che aveva colpito la popolazione cinese. Sembrava un fenomeno isolato ma un giorno di fine febbraio arrivarono in Italia i primi casi . La parte più colpita dell’Italia fu la Lombardia. Gli ospedali della Lombardia si…

Continua a leggere

Azzolina interviene all’insediamento del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione

“Sono lieta di celebrare un nuovo e importante inizio all’insegna di una proficua collaborazione, al servizio della scuola. Sono certa che ciascuno darà un apporto di massimo livello e che ce la metterà tutta da un punto di vista sia professionale, che umano affinché al nostro Paese non si assicuri soltanto una Scuola migliore, ma la Scuola migliore: quella che tutto il Paese merita”. Lo ha detto questa mattina la Ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, in occasione dell’insediamento del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione.“Ci tengo a ricordare – ha aggiunto Azzolina…

Continua a leggere

Lettera aperta…

Caro mondo, cara gente,vi devo dare una notizia stupenda, bellissima, che voi non immaginate neanche.La pandemia non esiste più! Sì, è così! Non c’è più il Covid 19!Sembra una follia ma è la verità.Dovete andare dai vostri cari, amiche e amici, parenti, vicini di casa ad abbracciarli. Sono moltoorgogliosa di tutti perché dopo tempo e sofferenza ne siamo usciti. Dobbiamo ringraziarci gli unicon gli altri perché con la pazienza che abbiamo avuto, ora si può fare tutto senza paura, si puòuscire, si può festeggiare, si può dare la mano all’amica,…

Continua a leggere