Scuola, rinnovata la collaborazione Parlamento-Ministero dell’Istruzione

Senato della Repubblica, Camera dei Deputati e Ministero dell’Istruzione rinnovano, anche quest’anno, la reciproca collaborazione per diffondere fra le studentesse e gli studenti i valori e i contenuti della Costituzione italiana. Un impegno comune che viene rilanciato anche alla luce del nuovo insegnamento dell’Educazione civica. È quanto rende noto una circolare inviata oggi alle scuole.

Avvicinare i giovani ai temi della Costituzione attraverso attività pluridisciplinari e metodologie laboratoriali è un impegno comune del Ministero dell’Istruzione e del Parlamento che, nel tempo, si è tradotto in nuove iniziative e in una pluralità di progetti, rivolti ai differenti gradi di istruzione e realizzati grazie al contributo degli Uffici Scolastici Regionali, dei dirigenti scolastici e dei docenti.

Progetti e bandi di concorso sono disponibili per le scuole sulla piattaforma www.cittadinanzaecostituzione.it. Alla luce dell’emergenza sanitaria, alcuni concorsi lanciati nell’anno scolastico 2019/2020 sono stati prorogati per l’anno 2020/2021, per consentire alle istituzioni scolastiche partecipanti di completare gli elaborati. Per tutte le altre scuole sarà possibile aderire ai nuovi bandi di concorso.

“Un giorno in Senato”

Rivolto alle classi del terzo e quarto anno delle secondarie di II grado, realizzato in collaborazione tra Senato e Ministero dell’Istruzione, il progetto consentirà alle ragazze e ai ragazzi coinvolti di entrare in contatto con i meccanismi del procedimento legislativo nelle sue diverse fasi, dalla presentazione di un disegno di legge alla sua approvazione. Per i vincitori sono previsti incontri di studio e di formazione da svolgere presso il Senato, una volta terminata l’emergenza sanitaria, per mettere a confronto le conoscenze acquisite nel corso dell’attività didattica con il concreto funzionamento dell’Assemblea parlamentare di Palazzo Madama. Termine di scadenza per il caricamento degli elaborati: 16 dicembre 2020.

“Vorrei una legge che…”

Rivolto alle classi quinte delle scuole primarie, il progetto, promosso dal Senato e dal Ministero dell’Istruzione, si propone di far cogliere alle giovanissime e ai giovanissimi l’importanza delle leggi e del confronto democratico, avvicinando anche i più piccoli alle Istituzioni e promuovendone il senso civico. Termine di scadenza per il caricamento degli elaborati: 27 gennaio 2021.

“Parlawiki – Costruisci il vocabolario della democrazia”

Con questo progetto, rivolto alle classi quinte delle primarie e alle scuole secondarie di I grado, la Camera dei Deputati invita studentesse e studenti a produrre un elaborato originale volto a descrivere il concetto di democrazia e di attività parlamentare, alla luce delle norme costituzionali. I lavori più significativi saranno pubblicati sul sito della Camera, nella sezione dedicata ai più giovani, e poi sottoposti a votazione online. Vincitrici e vincitori saranno invitati alla cerimonia finale di premiazione a Palazzo Montecitorio, terminata l’emergenza sanitaria. Termine di scadenza per il caricamento degli elaborati: 12 gennaio 2021.

“Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione”

Il concorso, realizzato in collaborazione tra Senato, Camera e Ministero dell’Istruzione, è rivolto alle scuole secondarie di II grado. È prorogato per l’anno scolastico 2020/2021 esclusivamente per le scuole in gara che hanno superato la fase di preselezione regionale e la prima selezione nazionale ad opera del Comitato tecnico e che avrebbero dovuto consegnare l’elaborato conclusivo entro il 23 marzo 2020. Gli istituti già partecipanti al concorso potranno concludere con altre classi i progetti avviati dalle classi quinte che hanno concluso nel mese di giugno 2020 il proprio percorso scolastico. Nuovo termine di scadenza per completare i progetti: 29 gennaio 2021.

“Senato&Ambiente”

Il concorso, rivolto agli ultimi tre anni delle secondarie di II grado, e con cui il Senato intende impegnare gli studenti sui temi della tutela e della sostenibilità ambientale, è prorogato per l’anno scolastico 2020/2021 esclusivamente per le scuole in gara che avrebbero dovuto consegnare l’elaborato conclusivo entro il 12 marzo 2020. Nuovo termine di scadenza per completare i progetti: 28 gennaio 2021.

“Testimoni dei diritti”

Rivolto ai primi due anni delle secondarie di I grado e realizzato in collaborazione tra Senato e Ministero dell’Istruzione, il concorso è prorogato per l’anno scolastico 2020/2021, esclusivamente per le scuole già in gara che avrebbero dovuto consegnare l’elaborato conclusivo entro il 15 aprile 2020. Nuovo termine di scadenza per completare i progetti: 10 dicembre 2020.

“Giornata di formazione a Montecitorio”

Rivolto agli ultimi due anni della secondaria di II grado, il progetto ha l’obiettivo di far vivere direttamente agli studenti l’esperienza di due giornate di lavoro alla Camera, attraverso l’incontro con le Commissioni parlamentari e i deputati eletti nel territorio di appartenenza della scuola. A seguito dell’emergenza sanitaria, il progetto, bandito per l’anno scolastico 2019/2020 è stato sospeso in concomitanza con l’avvio del secondo semestre dello stesso anno scolastico. In questo quadro, la conclusione del progetto per l’anno scolastico 2019/2020 viene prorogata al 2020/2021. A causa dell’emergenza sanitaria, le giornate di formazione saranno svolte per il momento nella modalità a distanza.




Il tricolore vince su tutto!

Un’altra bella notizia da parte dello sport, che non ci saremmo mai immaginati… I protagonisti di oggi sono Matteo Berardi e Christian Cesati nel mondo della Motonautica.

Le gare si sono tenute dal 23 al 25 ottobre nelle acque del Lago di Como. Il primo giorno non è stato dei migliori, avendo avuto problemi al motore, ma il sabato e la domenica la situazione si è completamente ribaltata a loro favore.

Possiamo affermare che questi due Super Sportivi hanno vinto e conquistato il Mondo, sono anche Campioni Europei e Italiani di Offshore-Motonautica Endurance Sport 450. Inoltre, come ciliegina sulla torta, c’è l’affermazione della vittoria di categoria della 71esima edizione della Centomiglia del Lario, di questi ultimi giorni.

Ricordo che Matteo Berardi è un autentico pugliese, nello specifico di San Nicandro Garganico e al momento vive a Foggia. E’ una bellissima scoperta, che riempirà d’onore la nostra amata Foggia.

Quando ci sono vittorie così importanti si può solo pensare alla perseveranza, alla fatica, alle volte in cui si voleva abbandonare tutto e fare altro, alla voglia di diventare qualcuno, di distinguersi dalla massa… Matteo Berardi e Christian Cesati sono l’esempio ideale di Sport, di come si è così attaccati alla propria passione che rinvigorisce l’essere umano.




Greenland film apocalittico

La minaccia di una cometa distruttrice si abbatte contro l’umanità e John, insieme all’ex moglie Allison e al giovane figlio Nathan, compiranno un viaggio impossibile e pieno di insidie nel tentativo di mettersi in salvo. Greenland è 3° in classifica al Box Office

Un ingegnere civile in crisi con la moglie torna a casa per la festa del figlio e cerca di riconquistare la moglie, Nel frattempo, una cometa si avvicina alla Terra e l’uomo viene raggiunto da un allarme presidenziale al telefono e gli dice di recarsi in un aeroporto militare con la sua famiglia. La festa del bambino viene interrotta, i vicini si allarmano per non aver ricevuto lo stesso avvertimento e la Florida viene colpita e distrutta da un frammento di meteora delle dimensioni di uno stadio di baseball. Ma arrivare all’aeroporto militare non sarà facile, e a rendere le cose ancora più complicate è la delicata salute fisica del ragazzo che è diabetico.

GREENLAND è un film catastrofico, ma si concentra più sul ricongiungimento familiare che sul disastro mondiale, sulle emozioni personali piuttosto che generali. Il tema è essenzialmente scontato piuttosto che straordinario, ma continua a risultare tra i primi in classifica.

Gerard Butler, attore già famoso per film dallo stesso genere, seppur interpretando magnificamente il suo personaggio, appare come un interprete di un dramma privato invece che collettivo.

Tuttavia, non manca la suspance e le azioni si susseguono fino alla conclusione. L’evento straordinario li ha condannati a una tragedia e c’è un solo modo per salvarsi :  arrivare in Groenlandia in aereo. La famiglia, separata da un attentato all’aeroporto militare, cerca di ritrovarsi e sopravvivere.




Harry Styles annuncia la sua nuova canzone, Golden

Harry Styles, membro degli One Direction, annuncia la sua nova canzone Golden. Le fan attendevano con ansia questa canzone.

Si parla molto di lui in questo periodo, perché quest’anno ricorre il decimo anniversario dei One Direction. I membri della band sono Harry Styles, Louis Tomlinson, Niall Horan, Liam Payne e Zayn Malik.

Parlando del videoclip, Golden è stato girato sulla Costiera Amalfitana. Tra mare e paesaggi. In questa canzone, Harry fa capire che finalmente è libero. Sembra che lui corre verso qualcosa o qualcuno, chissà chi è. I look di Harry Styles sono firmati Gucci. Subito dopo il video, Harry annuncia il suo nuovo merch firmato Golden. Ci sono nel merch, 2 maglie e la borsa con la bandiera italiana. Il video di Golden è arrivato a 463.162 visualizzazioni ed è arrivata a 1,1 milione di mi piace.

Ecco il link del video ufficiale:https://www.youtube.com/watch?v=P3cffdsEXXw

Ecco il link del sito di Harry Styles:https://hstyles.co.uk/

Si sempre libero, Harry. Ricordatevi, come dice Harry sempre Treat People With Kidness.




Alfredo MUNNO ci ha lasciato

E’ morto Alfredo Munno, l’artista foggiano che veniva considerato “pazzo” per la sua grande stravaganza, che riusciva a manifestare egregiamente con la sua Arte.

Questi sono due bellissimi quadri dell’autore che mi ritrovo a casa, regalati da Alfredo a mio nonno, che a sua volta ha regalato a me.  Il nonno spesso   aveva avuto contatto diretto con l’artista proprio per i suoi problemi mentali all’ex ospedale psichiatrico di Foggia, dove lavorava e lo vedeva dipingere i suoi quadri di persona.

Il mio tributo a un foggiano di tutto rispetto, che fa un po’ parte anche della mia storia personale.

E’ morto  Alfredo Munno, l’artista foggiano che veniva considerato “pazzo” per la sua grande stravaganza, che riusciva a manifestare egregiamente con la sua Arte.

Questi sono due bellissimi quadri dell’autore che mi ritrovo a casa, regalati da Alfredo a mio nonno, che a sua volta ha regalato a me.  Il nonno spesso   aveva avuto contatto diretto con l’artista proprio per i suoi problemi mentali all’ex ospedale psichiatrico di Foggia, dove lavorava e lo vedeva dipingere i suoi quadri di persona.

Il mio tributo a un foggiano di tutto rispetto, che fa un po’ parte anche della mia storia personale.




Il Coronavirus ha anche delle stravaganze

La polizia inglese ha fermato su un autobus un uomo con un serpente avvolto intorno al collo come una maschera. L’uomo ha seguito il percorso dell’autobus da Manchester a Salford, i testimoni hanno descritto la scena tra l’incredulità e la paura. Una volta al suo posto, l’uomo si tolse il grosso rettile dal viso con naturalezza.

Inizialmente, molti passeggeri pensavano che l’uomo indossasse solo una maschera colorata fino a quando non hanno realizzato che l’animale fosse vero.

Per fortuna il serpente, si è dimostrato innocuo nei confronti degli altri passeggeri, tanto che qualcuno ha scattato foto e fatto video. L polizia locale ha condannato pesantemente questa azione perchè  la mascherina è obbligatoria sui trasporti pubblici nel Regno Unito, per la paura che la cosa ha generato e perché non si può portare in giro un serpente come se fosse un cagnolino.

Un portavoce di Transport for Greater Manchester ha dichiarato:  “la guida del governo afferma chiaramente che non deve essere una maschera chirurgica e che i passeggeri possono creare o indossare qualcosa di adatto, come un asciugamano sciarpa o sciarpa. Sebbene ci sia una spiegazione liberamente disponibile su questo argomento, non crediamo che si estenda all’uso della pelle di serpente, specialmente quando è ancora attaccata al serpente”.




Il gruppo 134 Foggia di Amnesty International Italia presenta #Iomiattivo, “Yellow Wednesday, un mercoledì da leoni”.

#IomiAttivo conta più di 100 iniziative in Italia dal 25 al 31 ottobre perché per cambiare tutto c’è bisogno di tutti

Foggia, 25 ottobre 2020. Il gruppo 134 Foggia di Amnesty International Italia partecipa all’iniziativa nazionale #Iomiattivo, la settimana dedicata all’attivismo per i diritti umani, in programma dal 25 al 31 ottobre in oltre 100 città italiane.

“Yellow Wednesday: un mercoledì da leoni”. 28 ottobre, Auditorium Santa Chiara, a partire dalle ore 16, con la proiezione della mostra fotografica “These hands are human” di Maria Palmieri.

Dalle ore 18, testimonianza di Yvan Sagnet, che ha portato la lotta per i diritti umani nelle campagne pugliesi. Introduce Cesare Sangalli, responsabile di Amnesty Foggia. Interviene Francesco Strippoli, dell’associazione “No Cap” Foggia.  

A seguire, concerto di H.E.R., artista vincitrice del premio Amnesty International 2020.

Chiude la giornata una performance ideata da Angelo Pantaleo, “Empietà” con H.E.R e Manuela Ametta.

I nostri eventi si svolgeranno nel pieno rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19 e dei recenti provvedimenti emanati, “Yellow Wednesday, un mercoledì da leoni” rappresenterà un’occasione per scoprire nuovi modi di attivarsi in maniera concreta per la promozione e la difesa dei diritti umani insieme agli attivisti di Amnesty International sul territorio. 

“ Rilanciare l’impegno per i diritti umani è più che mai importante, in questa triste fase di pandemia mondiale. Vieni con noi, ci troviamo tutti i mercoledì alle 18, in via Lustro 3, presso la galleria “Creo”  (Cesare Sangalli, responsabile gruppo Foggia”.

L’elenco completo degli eventi è consultabile sul sito internet di Amnesty International Italia.

Amnesty International conta oggi oltre 7 milioni di soci e sostenitori nel mondo di cui circa 80000 in Italia. Nella sua storia l’organizzazione ha svolto campagne per liberare i prigionieri di coscienza, abolire la pena di morte, porre fine alla tortura e alla violenza contro le donne, contrastare impunità e discriminazione, garantire il diritto all’alloggio, alla salute e all’istruzione, riaffermare i diritti umani di migranti, richiedenti asilo e rifugiati. Dal 1961 a oggi, Amnesty International ha contribuito a salvare una media di tre vite al giorno.




Andrea Pirlo, un futuro da allenatore tutto da scrivere con umiltà e vittorie

E’ stata una scelta di tempo, pazienza e coraggio.

Nessuno mai si sarebbe aspettato che da un momento all’altro potesse sedere su una panchina prestigiosa e corteggiatissima come quella della Juventus, un giovane alla sua prima esperienza da allenatore. In campo era un maestro, con i suoi piedi riusciva a disegnare opere d’arte inimmaginabili agli occhi di avversari e compagni. Adesso che il “Mozart” del calcio italiano ha fatto un passo indietro dal rettangolo di gioco si è trovato catapultato come d’incanto in una nuova realtà, una nuova realtà forse troppo grande anche per un campione e vincente come Andrea Pirlo che, in un pomeriggio che solo all’apparenza sembrava essere uno dei tanti, si è trovato alla guida di un gruppo fortissimo già molto ben avviato dai suoi predecessori: Antonio Conte, Massimiliano Allegri e Maurizio Sarri.

Adesso è prematuro fare calcoli o giudicare una stagione per qualche passo falso di troppo in cui anche la sfortuna ha fatto la sua parte. Non sarebbe giusto trarre conclusioni nei confronti di chi sta cercando di imporre il proprio gioco e i propri tatticismi. Bisogna avere pazienza, il popolo bianconero deve comprendere la situazione in cui Pirlo si è trovato.

Le idee e il carisma ci sono e pian piano emergeranno. Con il tempo l’allenatore italiano crescerà con umiltà, forte dell’appoggio di una società che solo qualche mese fa sembrava aver fatto un salto totalmente nel vuoto, fiduciosa e convinta di rendere il futuro della “Vecchia Signora” sempre più bello e vincente. Al momento il “Maestro” che era in campo va lasciato un attimo da parte e l’amore e il sostegno del popolo juventino va conquistato in panchina. Con gioco, umiltà e tante, tante vittorie, così come l’Andrea Pirlo calciatore ci ha ben abituati.




Col nuovo DPCM non si muore di Covid…ma di fame?

Da oggi è in vigore il nuovo DPCM, che ha scatenato non poche polemiche. La curva dei contagi cresce sempre più e, misure più restrittive bisognava pur aspettarsele.
A questo punto, però, sorgono spontanei alcuni dubbi nella popolazione, che, per alcune categorie di lavoratori, viene nuovamente colpita e, forse, questa volta totalmente affondata. Come mai quando dovevano svolgersi le elezioni comunali e/o regionali il Covid è passato in secondo piano? Come mai tutti i comizi elettorali venivano fatti con centinaia di cittadini al seguito, in barba a qualsiasi tipo di prevenzione? Lì c’erano poltrone ed interessi economici in ballo che non potevano essere scalfiti da nessun tipo di avversità, nemmeno da una pandemia in atto.
Da oggi chiuse palestre, piscine, teatri, cinema e ristoranti e bar dalle 18:00. E questi lavoratori come vivranno? Come porteranno avanti le loro famiglie? E non pensiamo che arriveranno i sussidi o gli indennizzi, perché c’è gente che aspetta ancora la cassa integrazione di marzo e lo Stato non ha più le forze e le risorse per sostenere economicamente queste categorie. D’altronde tutti questi settori, nonostante le ingenti perdite causate dalla chiusura forzata dello scorso lockdown, per la riapertura hanno dovuto sostenere altrettanti costi per la messa in sicurezza dei locali, rendendoli adatti al rispetto di tutte le norme vigenti per evitare la diffusione dei contagi. Ed ora sono costrette ad abbassare nuovamente le serrande. Non si sa, al termine del decreto, quanti lavoratori saranno capaci di riaprire, saranno capaci di continuare le loro attività nonostante i bilanci in rosso e quanti falliranno. Sappiamo solo che questo è l’ennesimo provvedimento che colpisce fasce della popolazione deboli.
Perché continuare a distruggere un’economia già in forte depressione? A questa domanda difficilmente troveremo mai una risposta, ma a mio parere, a questo punto, penso sia meglio vedere la curva dei contagi che si alzi, ma la palestra sotto casa aperta.




Ecco i nuovi rappresentanti d’istituto. Concluse le votazioni scolastiche al Pascal

II Dirigente Scolastico,
VISTE le OO.MM. n. 215 del 15/07/1991, n. 267 del 04/08/1995, n. 293 del 24/06/1996 e n. 277 del
17/06/1998, recanti disposizioni in materia di elezioni degli organi collegiali a livello di istituzione
scolastica;
VISTA LA C. M. Nota prot. AOODGOSV 17681 del 02/10/2020 relativa alle elezioni per l’a.s. 2020/21
che demanda, come di consueto, ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali il compito di fissare,
per il territorio di competenza, la data delle votazioni per l’elezione dei Consigli di circolo/istituto giunti a
scadenza ovvero venuti a cessare per qualsiasi altra causa e per le eventuali elezioni supplitive;
VISTA la circolare dell’U.S.R.per la Puglia prot. n. 29310 del 13/10/2020, che autorizza lo svolgimento
delle elezioni degli Organi Collegiali a livello di Istituzione scolastiche per l’anno scolastico 2020/21;
VISTI i verbali redatti dai rispettivi seggi allestiti nell’Istituto,comunica i risultati ottenuti relativamente alla
componente ALUNNI per il corrente anno scolastico 2020/21:

PROCLAMAZIONE DEGLI ELETTI
COMPONENTE ALUNNI

COGNOME E NOME
BELLIZZI MICHELE GIORGIO
SANSONE SEVIONA
LEPORE MIRKO DANTE
DI FRANCESCO LAURA