Ritorna la rassegna Musica Felix con l’originale spettacolo VOX

Venerdì 25 settembre all’auditorium Santa Chiara di Foggia il controtenore Maurizio Di Maio e l’Apulia Cello Ensemble
per uno straordinario ed affascinante concerto che unisce sonorità strumentali e vocali

Dopo lo stop forzato, imposto dalla situazione di emergenza legata al Coronavirus, ritorna Musica felix 2020, la rassegna di appuntamenti che si svolgono presso l’Auditorium Santa Chiara. Il primo spettacolo in programma venerdì 25 settembre è Vox, quarto appuntamento della kermesse organizzata dalla Fondazione Apulia Felix ed iniziata lo scorso inverno.

Il fascino coinvolgente delle sonorità del quintetto di violoncelli, vera e propria tavolozza dell’espressività e potenzialità del canto, si fonde suggestivamente con l’incredibile vocalità del controtenore Maurizio Di Maio per una emozionante celebrazione della “vox” umana. Dal repertorio barocco a musiche originali di Haendel, Vivaldi, Rossini, Verdi, fino a trascrizioni di famose arie d’opera, ecco la proposta intrigante ed innovativa della rassegna.

Sul palco dell’Auditorium Santa Chiara protagonista indiscusso è Maurizio Di Maio, cantante, attore, tenore e sopranista che proporrà un concerto suggestivo sia per il programma scelto che per la formazione: un controtenore e cinque violoncellisti. L’artista non è nuovo a spettacoli di grande successo, vantando numerose collaborazioni televisive per la Rai e Mediaset e diverse produzioni discografiche come corista di Giorgia, Renato Zero, Lucio Dalla, Ornella Vanoni, Simply Red, Luciano De Crescenzo, Micheal Bolton.

Con lui sul palco l’Apulia Cello Ensemble, costituito da Giovanni Astorino, Giuseppe Carabellese, Giovanna D’Amato, Daniele Miatto e Luciano Tarantino; l’ensemble è formato da cinque violoncellisti vincitori di concorsi, prime parti in varie orchestre italiane, docenti nei Conservatori statali e attivi da anni sia in campo solistico che cameristico in tutto il mondo.

I sei artisti offriranno al pubblico un concerto dalle timbriche estremamente raffinate in cui la “voce” dei cinque violoncelli si sposerà con quella del controtenore per formare un sestetto dal sound inconfondibile e di raro ascolto.

La rassegna Musica felix, organizzata dalla Fondazione Apulia Felix Onlus di Foggia, gode del supporto del Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura, del Teatro “U. Giordano”, dell’Associazione Musica Civica, e si avvale del supporto della Regione Puglia e del Teatro Pubblico Pugliese all’interno della “Programmazione Custodiamo la cultura in Puglia” – Fondo Speciale per la Cultura e Patrimonio Culturale L.R. 40 art. 15 comma 3 – Investiamo nel vostro futuro.

Ingresso esclusivamente con abbonamento presso l’Auditorium Santa Chiara (Piazza Santa Chiara, 1 – Foggia) alle ore 19.30 – inizio spettacolo ore 20.00.

Si invita il gentile pubblico a recarsi agli spettacoli munito di mascherina e documento di identità.




Tornano all’Auditorium Santa Chiara di Foggia i cinque spettacoli della rassegna Musica felix

Rimandati a causa del Covid si riparte venerdì 25 settembre e si continua fino a venerdì 6 novembre con grandi nomi del concertismo internazionale

Programmazione invariata: in cartellone Carmen Souza & Band, Gavino Murgia & Jazz Trio, Alkemia Quartet, il Duo Ettore Pellegrino-Marco Salcito, il controtenore Maurizio Di Maio con l’Apulia Cello Ensemble

Riprendono le attività di Musica felix, la seguitissima rassegna organizzata dalla Fondazione Apulia felix con la direzione artistica di Gianna Fratta e Dino De Palma.

Dal 25 settembre al 6 novembre saranno riprogrammati tutti i cinque appuntamenti sospesi lo scorso inverno a causa del Covid-19, rispettando fedelmente il cartellone originario.

Dopo il grande successo dell’ultimo concerto, che il 27 febbraio aveva visto protagonisti il violinista Uto Ughi e il pianista Alessandro Specchi, la rassegna riprende il 25 settembre con Vox, originale concerto con il controtenore Maurizio Di Maio e i cinque violoncelli dell’Apulia Cello Ensemble, composto da Giovanni Astorino, Giovanna D’Amato, Giuseppe Carabellese, Daniele Miatto e Luciano Tarantino.

Il 2 ottobre è la volta di Italian Dna, omaggio alla musica italiana con l’Alkemia Quartet, composto da Marcello De Francesco e Pantaleo Gadaleta, violini, Alfonso Mastrapasqua, viola, Giovanni Astorino, violoncello.

Venerdì 16 ottobre è in scena The Silver Messengers, con la voce e la chitarra di Carmen Souza, il basso elettrico di Theo Pascal, la batteria e le percussioni di Elias Kacomanolis e il pianoforte di Benjamin Burrell.

Il 30 ottobre il concerto di Gavino Murgia e del suo Island Mediterranean Trio, con Murgia al sax, flauti e voce, Marcello Peghin alle chitarre e live electronics, Pietro Iodice alla batteria.

A chiudere la rassegna l’appuntamento del 6 novembre, Da Paganini a Piazzolla – Violino e chitarra fra passione e virtuosismo, con Ettore Pellegrino al violino e Marco Salcito alla chitarra.

Cinque appuntamenti che spaziano dalla musica classica al pop, al jazz per una programmazione eterogenea e di grande appeal.

La rassegna Musica felix, organizzata dalla Fondazione Apulia Felix Onlus di Foggia, gode del supporto del Comune di Foggia – Assessorato alla Cultura, del Teatro “U. Giordano”, dell’Associazione Musica Civica, e si avvale del supporto della Regione Puglia e del Teatro Pubblico Pugliese all’interno della “Programmazione Custodiamo la cultura in Puglia” – Fondo Speciale per la Cultura e Patrimonio Culturale L.R. 40 art. 15 comma 3 – Investiamo nel vostro futuro.

L’ingresso, che avverrà nel rispetto delle misure di sicurezza anti Covid, è per tutti gli spettacoli alle 19,30. L’inizio è previsto alle 20,00. Si prega il gentile pubblico di venire dotato di propria mascherina e di documento di identità.




Libero Cinema in Libera Terra a Cerignola: il 17 settembre Cinemovel fa tappa al Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone”

Cerignola, 15/09/2020 – Il festival di Libero Cinema in Libera Terra, promosso
da Cinemovel e Libera, non si ferma e, nell’anno della sua quindicesima edizione, si rinnova
presentando una nuova formula, nuovo logo e nuova sigla, per tenere accesi i riflettori su
mafie e corruzione, azione indispensabile per promuovere la costruzione di un nuovo
umanesimo fondato sull’affermazione dei diritti universali.
«A causa della pandemia, non sarà possibile montare gli schermi di Libero Cinema nelle
piazze italiane. Le ruote del cine-furgone sono costrette a fermarsi» ─ dichiara Elisabetta
Antognoni, presidente di Cinemovel – «Le ruote possono essere anche di altra natura e lo
spirito che caratterizza il nostro viaggio in questo 2020 è ancora più forte. Le radici del
nostro albero delle pellicole si sono infatti rafforzate con un fascio di cavi che entra nel
mondo digitale. Anche con le ruote ferme l’impegno di Libero Cinema trasforma questo
momento di incertezza in un’opportunità per viaggiare ancora più lontano».
Anche in questo Settembre il festival accende lo schermo nella piazza virtuale di MYmovies,
media partner del festival, già insieme a Cinemovel Foundation per l’iniziativa Schermi in
Classe – #iorestoacasa, per dedicare riflessioni e storie ai diritti del nostro nuovo mondo.
Tappa del Festival il 17 Settembre sarà Cerignola, anche quest’anno scelta come meta dalla
Carovana. In particolare la location sarà quella del Laboratorio di Legalità “Francesco
Marcone”, bene confiscato alla mafia e gestito dal 2010 dalla Cooperativa Sociale “Pietra di
Scarto”.
Prima della proiezione dei film, il Festival propone il format “Diritti al nuovo mondo: Libero
Cinema incontra”, uno spazio interattivo condotto da Enrico Fontana, con le interviste a
personalità della vita sociale, culturale ed economica di vari Paesi, che ci aiuteranno a
“leggere” ciò che sta accadendo intorno a noi, per immaginare una società più equa e giusta
e per ri-conoscere la dignità di ogni individuo e la sua centralità in ogni nuova progettazione;
un’occasione per allargare lo sguardo a quelle persone e a quei luoghi, che oggi è necessario
rimettere al centro.
Titolo della puntata sarà “UOMINI O CAPORALI?”. A partire dalle ore 20.45, in collegamento
dal Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone” a Cerignola (Fg) si parlerà di lavoro,
immigrazione ed integrazione sotto le luci del Festival, con Pietro Fragasso, presidente della
Cooperativa Sociale “Pietra di Scarto”, Andrea Paco Mariani, regista del film “The Harvest”,
Marco Omizzolo, giornalista e sociologo, Annamaria Bavaro, “Cooperativa le Agricole” , Fabio Saliceti,
“Progetto Sud Lametia Terme”, Alberto Barbieri, Coordinatore “Medici per i diritti umani” , Nello Ferrieri, “Cinemovel
Foundation”.
Via S. Maria del Rosario, 47 – 71042 Cerignola (FG) – tel 0885 896655 – www.pietradiscarto.it – cooperativa@pietradiscarto.it
Cod.Fisc. e P.IVA 02175980719 – Reg. Imprese 103942/FG – R.E.A. 170480
COORDINATE IBAN IT12D0303278380010000002041
COORDINATE IBAN IT13A0501804000000012411278
Alle 21:30 seguirà la proiezione del film The Harvest di Andrea Paco Mariani (Italia 2017, 73
min): una denuncia del caporalato nella zona dell’Agro Pontino, tra musical di Bollywood e
inchiesta (Miglior documentario Noida International Film Festival, selezione ufficiale Delhi
International Film Festival e IDFA DOC for sale).
“Accogliere Cinemovel sul Laboratorio di Legalità “Francesco Marcone” per noi è una grande
festa – afferma Pietro Fragasso – soprattutto dopo gli ultimi eventi che hanno caratterizzato
la vita politica, sociale ed anche “mediatica” di questa città.
In questo tempo strano,incerto, le mafie non hanno smesso di fare affari, anche attraverso
lo sfruttamento delle persone in agricoltura, siano esse italiane o straniere. Promuovere il
cinema come strumento di denuncia e di lotta, racconta come la cultura continui ad essere
un potentissimo vaccino al modello mafioso”.
Si può prenotare il proprio posto su www.mymovies.it/live/cinemovel




Ripartono i laboratori del teatro dei Limoni.

Laboratori rivolti a BAMBINI e RAGAZZI.
 Quattro percorsi differenziati, con lo scopo di fornire agli allievi le basi delle tecniche attoriali in maniera divertente. Durante il laboratorio, i partecipanti impareranno a mettere in relazione se stessi con tutto ciò che li circonda, avendo la meritata possibilità di sentirsi protagonisti delle loro proposte! Gioco e Teatro si mescolano richiedendo un coinvolgimento totale ed una continua ricerca delle proprie potenzialità. Nel corso dei laboratori saranno affrontate la recitazione, il mimo e l’improvvisazione teatrale, la dizione e la fonetica, oltre a lezioni di animazione teatrale e role playing.

Al termine dei corsi, tenuti da Paola Capuano, Michele Ciuffreda, Francesca De Sandoli e Maggie Salice, i giovani allievi allestiranno una performance teatrale di fine laboratorio.

Riparte il Laboratorio Sperimentale Indipendente del TdL! da Ottobre a Giugno – Livello Base (Lunedì e Mercoledì 20:00/22:30, a partire dal 14 ottobre) – 150 ore di alta formazione teatrale.da Ottobre a Giugno – Livello Avanzato (Martedì e Giovedì 20:00/23:00, a partire dal 1 ottobre) – più di 200 ore di perfezionamento teatrale.Durante il corso sono previsti incontri/stage formativi tenuti da attori, registi e autori del panorama teatrale italiano. Un lavoro sull’attore ormai consolidato da anni che, nel corso della sua attività, non ha mancato di ottenere importanti riconoscimenti. Basti pensare ai diversi allievi, formatisi nel laboratorio di Via Giardino, che hanno studiato nelle più rinomate scuole d’Italia, e non solo: Gianmarco Saurino e Maria Chiara Giannetta (Centro Sperimentale di Cinematografia, Roma), Ida Treggiari (Paolo Grassi, Milano) e Piergiorgio Martena (Accademia Internazionale D’Arte Drammatica Teatro Quirino, Roma e Taylor School of Acting, Los Angeles). I corsi saranno tenuti da: Roberto Galano (Tecnica attoriale), Leonardo Losavio (Scrittura Creativa), Giuseppe Rascio (Mimo e Improvvisazione teatrale), Francesca De Sandoli (Dizione e Fonetica), Maggie Salice (Movimento scenico) e Francesca Di Molfetta (Training biomeccanico/posturale). Classi a numero chiuso previo colloquio di selezione.Attestato valido per i crediti scolastici.

Per informazioni: 3921242850 – ragazzi@teatrodeilimoni.it




Da Foggia accendiamo la musica con la Pro Loco

LA SAGRA CAMBIA IL FORMAT PER UNA LIMITED EDITION
“Siamo abituati alle sfide e abbiamo lavorato per non cedere di fronte alle indubbie difficoltà provocate
da questo eccezionale evento pandemico.
Sarebbe stato più facile decidere un rinvio del tutto al 2021, ma nei lunghi mesi del lockdown abbiamo
lavorato alacremente ad una rivisitazione eccezionale del format della sagra che potesse consentirci,
nel pieno rispetto di tutte le disposizioni in vigore, di non fermarci e riaccendere almeno la musica per
restituire al nostro pubblico, agli artisti e a tutti noi addetti ai lavori del comparto la speranza di poter
tornare ad assaporare nuovamente le emozioni alle quali eravamo ormai abituati.”
“Il grado di complessità produttivo di questa edizione è evidentemente elevato all’ennesima potenza,
ma il senso che abbiamo voluto riconoscergli è che se in questa edizione della sagra del Pancotto&Vino
surreale, per evidenti ragioni, il grande pubblico non potrà raggiungerci a Foggia, allora saremo noi a
cercare di portare la musica nelle proprie abitazioni, con tempi e modi diversi e adeguati alle circostanze
di questo nuovo format, per poi con la televisione, il web e i social connettere il Paese nel nome della
musica.”
Nei prossimi giorni con una conferenza stampa presenteremo l’evento.
Stiamo tornando! Foggia non molla…

accendiamolamusicaTogeher




Sergio Rubini a “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini”. All’attore e regista andrà il Premio “Parco Nazionale del Gargano 2020” per i trent’anni del film “La stazione”.

A chiudere la 3^ edizione di “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini”, domenica 6 settembre a Monte Sant’Angelo, sarà l’evento speciale (fruibile anche in streaming) che vedrà protagonista Sergio Rubini. All’attore e regista pugliese andrà il Premio “Parco Nazionale del Gargano 2020” per i trent’anni de “La stazione”, pluripremiata opera prima girata quasi interamente in Puglia, tra San Marco in Lamis, Apricena, Foggia e Grumo Appula (paese natale di Rubini).

Il Festival, con questo Premio, punta l’attenzione sulla Stazione di San Marco in Lamis balzata all’onore della cronaca nazionale per l’omicidio dei fratelli Luciani, ma anche luogo di cui è importante ricostruire l’identità.

Domenica 6 settembre alle 20.30, il Chiostro delle Clarisse ospiterà un talk con Sergio Rubini, che potrà restituire ai presenti il ricordo e l’emozione di quelle giornate sul Gargano. A dialogare con lui saranno Fabio Prencipe e Antongiulio Mancino, autori del recente volume “Sergio Rubini” (Falsopiano 2010).

Seguirà la proiezione del film “La stazione”, insignito di prestigiosi premi, tra cui il Premio della Settimana internazionale della Critica dell’edizione 1990 della Mostra del Cinema di Venezia. Il film ruota intorno alla figura del timido capostazione Domenico, che vive da solo nella sua piccolissima postazione, quasi isolato nella campagna pugliese. La sua vita è fatta di orologi, campanelle e treni e ormai della sua sede sa tutto. Anche che il pesante portello di una scansia si aprirà immancabilmente sempre alla stessa ora, sollecitato dalle vibrazioni del rapido di passaggio. Ma una notte questa routine si spezza: nella stazione piomba una giovane e bella donna, a piedi, sconvolta. È fuggita da una villa poco lontano dove, durante una festa, il suo compagno ubriaco ha incominciato a maltrattarla.

Le strade e i sentieri dei Parchi incontrano i Cammini” è il titolo del Walk Show (fruibile anche in streaming), sintesi tra il tema del camminare e la conversazione a più voci, in programma alle 18.30 sempre nel Chiostro delle Clarisse. All’incontro prenderanno parte Pasquale Pazienza (Presidente Ente Parco Nazionale del Gargano), Enzo Lavarra (Presidente Federparchi Puglia), Giovanni Chimienti (Biologo marino e National Geographic Explorer). Modererà l’incontro Gianni Sportelli (Dip. Cultura e Turismo Regione Puglia).

Al Walk Show seguirà la proiezione del documentario “Il tesoro nascosto delle Isole Tremiti” di Flavio Oliva con Giovanni Chimienti. Supportato da un team di esperti e da un veicolo filoguidato detto ROV (Remotely Operated Vehicle), il biologo marino e National Geographic Explorer Giovanni Chimenti, si immerge in un angolo nascosto di mare per cercare queste misteriose e fragili creature di profondità che possono vivere oltre duemila anni. Il documentario racconta la scoperta di un patrimonio naturalistico unico nel Mediterraneo che, arricchendo il valore biologico delle Isole Tremiti, apre nuovi scenari di ricerca scientifica e conservazione dell’area protetta.

Nella giornata di domenica sono previsti anche un cammino e una passeggiata per andare alla scoperta delle aree naturalistiche e di interesse storico del Parco Nazionale del Gargano.

Il villaggio monastico”, in programma al mattino, è il cammino guidato dell’archeologo Giuseppe Rignanese agli Eremi e all’Abbazia di Santa Maria di Pulsano. Gli eremi sono il cuore più intimo dell’aspro territorio garganico: il loro silenzio, il mistero che li avvolge fanno da contrappunto alla trasbordante ricchezza di vicende storiche che ha caratterizzato la vicina Abbazia. Costruita nel VI secolo sul colle di Pulsano per volere del papa-monaco San Gregorio Magno, inserita in uno scenario di rocce grigie su strapiombi di oltre 200 metri, l’Abbazia è stata nei secoli luogo di monaci, anacoreti e cenobiti che si sono dedicati alla contemplazione e all’ascesi. Intorno all’edificio si trovano numerosi eremi (per ora ne sono stati censiti 24), alcuni dei quali ubicati in luoghi davvero inaccessibili.

Nel pomeriggio appuntamento con “I segni nella storia”, passeggiata guidata da Michelle Trotta alla scoperta del caratteristico Rione Junno con le sue tipiche case dalle facciate bianche e i vicoli stretti, e del Santuario di San Michele Arcangelo simbolo di Monte Sant’Angelo e inserito nella lista dei beni Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

Ad arricchire la giornata sarà il live, in programma alle 13, su Radio Nova 97, con gli ospiti del Festival e le selezioni musicali ad hoc scelte dai deejay della radio, che è media partner dell’evento.

“Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” è un’iniziativa della Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale a valere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 – prodotta da Apulia Film Commission nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network con il contributo di Ente Parco Nazionale del Gargano e del Comune di Monte Sant’Angelo. Soggetto ideatore e organizzatore della manifestazione, per la Direzione artistica di Luciano Toriello, è MAD – Memorie Audiovisive della Daunia.

L’evento è realizzato in collaborazione con: Istituto Luce-Cinecittà e Università degli Studi di Foggia e con Ass. Monte Sant’Angelo Francigena e Rete Nazionale Donne in Cammino. Con il patrocinio dell’Associazione Europea delle Vie Francigene. Mediapartner: Mediafarm Radio NOVA IONS 97.

A tutti gli appuntamenti in programma si accede su prenotazione.

È possibile prenotarsi via Eventbrite o recandosi presso l’info point allestito nei pressi di Piazza de’ Galganis.

Maggiori info sui canali social della Festa o sul sito ufficiale.

Tutti gli aggiornamenti e i dettagli su http://www.mondefest.it/




Il mondo dei cammini al femminile raccontato a “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” con un Walk Show e tre proiezioni. Il programma del 5 settembre 2020.

Tra gli ospiti Gloria Aura Bortolini, documentarista e conduttrice Rai. Due mostre e un cammino in foresta con laboratorio per  bambini, live acustico e degustazione sonora.

“Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” rivolge uno sguardo particolare al mondo dei cammini la femminile, grazie anche alla collaborazione che il Festival ha intrecciato con la Rete Nazionale Donne in Cammino. Un Walk Show e tre proiezioni, in programma sabato 5 settembre, approfondiranno questa tematica.

Ragazze in gamba” – in programma alle 18.30 al Chiostro delle Clarisse – è il Walk Show dedicato al cammino al femminile (fruibile anche in streaming) che vedrà la partecipazione della documentarista e conduttrice Rai Gloria Aura Bortolini, della regista Anna Kauber e della responsabile scientifica de “La strada delle fiabe” Laura Marchetti. A moderare la conversazione sarà Ilaria Canali della Rete Nazionale Donne in Cammino.

A seguire sarà proiettato “Il cammino è donna”, videoracconto corale delle Ragazze in gamba, che hanno risposto alla call lanciata dalla Rete Nazionale Donne in Cammino.

Alle 21.00, sempre nel Chiostro delle Clarisse, ci sarà la proiezione del documentario “London afloat” di Gloria Aura Bortolini, che ritrae una Londra insolita ed uno stile di vita sempre più diffuso. Vivere in barca nel cuore di Londra. Un paesaggio al confine tra città e campagna, popolato da persone che vivono fuori dagli schemi convenzionali della società. Sul fiume Tamigi vivono i benestanti, sul canale di Regent chi non può permettersi un appartamento. Una sola cosa li unisce: l’amore per la natura e per la libertà. Tutto il resto li divide.

In questo mondo” è il documentario di Anna Kauber (in programma alle 21.45) che racconta la vita delle donne pastore in Italia ed è il risultato di un viaggio di più di due anni, di circa 17.000 km percorsi e di 100 interviste rivolte a donne di età compresa tra i 20 e i 102 anni. La figura del pastore, nell’immaginario e nella simbologia più diffusa, è sempre stata associata al genere maschile. Ma il settore dell’allevamento ovi caprino si sta femminilizzando, sempre più donne scelgono di svolgere questo lavoro tradizionalmente patriarcale. Le donne pastore impegnate quotidianamente nella loro attività vivono spesso sole, ma anche con compagni e con la loro famiglia, pienamente coinvolte nelle attività sociali e economiche della comunità in cui vivono. Il film racconta queste donne attraverso la personale esperienza della regista che ha vissuto con loro per qualche giorno, immergendosi intimamente e profondamente nella loro quotidianità.

La giornata di sabato riserva spazio anche ai cammini, con “Magia e biodiversità” alla scoperta della Vetusta Faggeta della Foresta Umbra, sito Patrimonio mondiale UNESCO. Durante il percorso lungo la Foresta – luogo di magia, ispiratore di fiabe e racconti popolari – ci saranno diversi momenti di intrattenimento: il Live acustico “Le tre fate e lo zampognaro di Pescocostanzo” tratto da “Il Filatoio digitale” del progetto “Le Strade della Fiaba” del Dipartimento Cultura e Turismo Regione Puglia; il laboratorio creativo per i più piccoli “Con le mani e con il cuore” a cura di Stefania Guerra e la degustazione sonora che vedrà Paolo Sassanelli, accompagnato dai Rione Junno, omaggiare il cantore del Gargano Matteo Salvatore. Sempre in Foresta Umbra, nei pressi del Laghetto d’Umbra sarà allestiva la mostra fotografica “Al centro del Mònde” di Michele De Filippo e Pino Maiorano, a cura di MAD – Memorie Audiovisive della Daunia.

Inoltre, dal 4 al 6 settembre, sarà visitabile la mostra fotografica “Io sono una forza del Passato”, ideata e curata dall’Archivio Storico Luce – Cinecittà, che ruota intorno al lavoro dei maestri GarrubbaSettanni e De SetaOrari di apertura: venerdì 4 settembre dalle 18.00 alle 21.30, sabato 5 e domenica 6 settembre dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 21.30.

“Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” è un’iniziativa della Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale a valere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 – prodotta da Apulia Film Commission nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network con il contributo di Ente Parco Nazionale del Gargano e del Comune di Monte Sant’Angelo. Soggetto ideatore e organizzatore della manifestazione, per la Direzione artistica di Luciano Toriello, è MAD – Memorie Audiovisive della Daunia.

L’evento è realizzato in collaborazione con: Istituto Luce-Cinecittà e Università degli Studi di Foggia e con Ass. Monte Sant’Angelo Francigena e Rete Nazionale Donne in Cammino. Con il patrocinio dell’Associazione Europea delle Vie Francigene. Mediapartner: Mediafarm Radio NOVA IONS 97.

A tutti gli appuntamenti in programma si accede su prenotazione.

È possibile prenotarsi via Eventbrite o recandosi presso l’info point allestito nei pressi di Piazza de’ Galganis.

Maggiori info sui canali social della Festa o sul sito ufficiale.

Tutti gli aggiornamenti e i dettagli su http://www.mondefest.it/




Festival NuDI (NUove Drammaturgie Indipendenti) 2020

Torna il Festival Nu.D.I. (Nuove Drammaturgie Indipendenti), la rassegna teatrale organizzata dal Teatro dei Limoni, giunta alla sua ottava edizione.Realizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Foggia, il Nu.D.I. si terrà presso la Villa Comunale di Foggia dal 2 al 6 Settembre 2020. 2 Settembre | ore 21:00″Regina Madre”di Manlio Santanelli || regia Stefano Angelucci Marinocon Rossella Gesini e Stefano Angelucci Marinomaschere BRAT Teatroscenografia Tibò Gilbertproduzione Teatro Stabile d’Abruzzo in collaborazione con il Teatro del Sangroprenota qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-festival-nudi-regina-madre-di-manlio-santanelli-112085213892?aff=ebdssbeac Commedia a due personaggi ambientata ai nostri giorni, “Regina Madre” prende le mosse da un classico ‘ritorno a casa’. Alfredo, grigio cinquantenne segnato dal duplice fallimento di un matrimonio naufragato, che ancora lo coinvolge, e di un’attività giornalistica nella quale non è riuscito ad emergere, un giorno si presenta a casa della madre dichiarandosi deciso a rimanervi per poterla assistere nella malattia. In realtà egli nutre il segreto intento di realizzare uno scoop da cronista senza scrupoli: raccontare gli ultimi mesi e la morte della vecchia signora.Stefano Angelucci Marino e Rossella Gesini si misurano con questo testo lavorando con due maschere antropomorfe che permettono la trasfigurazione. 3 Settembre | ore 21:00″Frichigno”di Enrico Cibelli || regia Pierluigi Bevilacquacon Pierluigi Bevilacquamusiche originali Valerio De Santisproduzione Piccola compagnia impertinenteprenota qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-festival-nudi-frichigno-di-e-cibelli-112085278084?aff=ebdssbeac Cos’hanno in comune Zemanlandia e la Società? E cosa c’entra il cantante dei Nirvana?”Frichigno!” è un monologo teatrale ad alta voce, come quando urli allo stadio, perché sta giocando la squadra del Foggia e sta dando spettacolo.”Frichigno!” è il racconto di una città, la nostra, abituata a indossare la maglia nera del Sole24ore. Una città alla quale siamo legati a doppia mandata, andata e ritorno.Quindi “Frichigno!” parla di Foggia? Sì, ma non solo. Narra le peripezie di una generazione, chiamata generazione X, delle sue paure e delle sue sfide, passando attraverso due leggende degli anni ’90, Zden>k Zeman e Kurt Cobain, e le storie della mafia foggiana, che da decenni detta legge in città, al di fuori della legge.Cosa mai fatta finora “Frichigno!” porta sul palco la Società, la criminalità organizzata della quale così poco si parla. “Frichigno!” come urlano i bambini foggiani quando, durante una qualsiasi partita di calcio in strada, il portiere tocca la palla con le mani, fuori dalla sua area, e fa finta di nulla. E tocca a te gridare: alt gioco, frichigno!Frichigno! come dovrebbe urlare chiunque ami questa città. 4 Settembre || ore 21:00″Frammenti dentro”scritto, diretto e interpretato da Dino La Cecilialive performance e sound designer Guido Paolo Longoproduzione Piccolo Teatro di Foggiaprenota qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-festival-nudi-frammenti-dentro-di-dino-la-cecilia-112085300150?aff=ebdssbeac Attore unico in scena, La Cecilia sarà accompagnato dal pianoforte del Maestro Guido Paolo Longo che, attraverso una serie d’improvvisazioni sonore, scandirà la partitura narrativa di un monologo articolato in “frame”, episodi interlacciati seguendo il fil rouge ispirato da alcune opere del grande Eduardo De Filippo. È un monologo che narra, con una cifra stilistica molto contemporanea, evocativa e a tratti lucidamente amara, la storia della crisi sentimentale di una giovane coppia, da cui si dipanano delle riflessioni di ampio respiro sulla famiglia attuale. 6 Settembre || ore 21:00″Cyrano, l’ombra del mio naso”tratto da “Cyrano de Bergerac” di Edmond Rostand || regia Roberto Galanocon Christian di Furia, Roberto Galano, Francesca Greco, Giuseppe Rascio, Maggie Salicemusiche Christian di Furiaproduzione Teatro dei Limoniprenota qui: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-festival-nudi-cyrano-lombra-del-mio-naso-regia-r-galano-112085336258 “Salir, anche non alto, ma salir senza aiuto!”È forse questa la frase da cui nasce la voglia di raccontare una storia tra le più conosciute del teatro ma che ancora nasconde, tra le sue righe, i sentimenti più istintivi dell’uomo.”Io lo so che alla fine sarò da voi disfatto; ma non importa: io mi batto, io mi batto, mi batto!”La storia di Cyrano è una simbolica epopea, che arriva ai giorni nostri inalterata dal logorio del tempo e carica dei significati attribuitigli dallo stesso autore e di quelli acquisiti durante gli oltre cent’anni di vita. Cyrano de Bergerac è vivo, quasi a ribellarsi alla fine drammaturgica che Rostand decise per il suo personaggio, ha ancora qualcosa da dire nel nuovo millennio, epoca impregnata di abusi di potere, soprusi, ingiustizie e meschinità di fronte ai quali l’indignazione e il coraggio di un uomo si erge a simbolo, invincibile e deciso contro di essi, ma vulnerabile e insicuro quando affronta sentimenti puri e semplici, teneri e dolorosi come solo l’amore può essere. Ingresso gratutito fino ad esaurimento posti.Scannerizza il QRcode presente sulla locandina accanto ad ogni spettacolo per prenotare il tuo posto!




Al via a settembre il tour italiano sostenuto da Puglia Sounds e organizzato dall’Associazione Spazio Musica

Dino De Palma Violin & Piano Tour. L’8 settembre a Cetraro – Calabria per il Fortissimo Festival e il 20 settembre ad Alba – Piemonte nell’Alba Music Festival – Bacco&Orfeo il violinista Dino De Palma e la pianista Claudia D’Ippolito propongono l’interpretazione di musiche di Brahms, Grieg, Saint-Saëns, Paganini, Giordano.

Due concerti in prestigiosi festival italiani per il violinista pugliese Dino De Palma e la pianista Claudia D’Ippolito. Parte il prossimo 8 settembre dalla Calabria il Dino De Palma Violin & Piano Tour, che continua poi con una seconda data il 20 settembre in Piemonte.

Si inizia dunque da Cetraro (Cosenza) con un concerto presso la Colonia San Benedetto inserito nel Fortissimo Festival, rassegna di spettacoli e concerti organizzati dall’Istituto Superiore di Studi Musicali “Pyotr Ilyich Tchaikovsky” – Istituto di Alta Cultura, che propone annualmente eventi di grande spessore, con artisti provenienti da tutto il mondo. Il duo si sposta poi in Piemonte, ad Alba (Cuneo), il 20 settembre presso la Chiesa di San Giuseppe, nell’ambito della XV edizione dell’Alba Music Festival – Bacco&Orfeo, importante kermesse italiana che ospita da 15 anni grandi artisti del panorama concertistico internazionale.

Sul palco si esibiscono il violinista Dino De Palma, rinomato artista pugliese presente nei cartelloni di festival e rassegne in tutto il mondo, e la talentuosa pianista Claudia D’Ippolito, che vanta una carriera concertistica e didattica di grande rilievo. Il programma del duo, intitolato “Stili a confronto”, prevede l’esecuzione di pietre miliari dell’immenso repertorio per violino e pianoforte, come lo Scherzo dalla Sonata FAE di Brahms, la Sonata n. 3 in do minore di Grieg, la Dance Macabre di Saint-Saëns e altri brani, oltre ad un omaggio al compositore pugliese Umberto Giordano, con una trascrizione per duo dell’Intermezzo tratto dall’opera lirica “Fedora”.

Il tour, che proseguirà con altri concerti nei prossimi mesi, rappresenta l’occasione per riportare la musica dal vivo per violino e pianoforte all’interno di due storici festival italiani, dopo il lungo periodo di lockdown, oltre che per valorizzare il sistema musicale pugliese sia attraverso la promozione di un artista pugliese di livello internazionale, il violinista Dino De Palma, sia diffondendo la musica del compositore foggiano Umberto Giordano, di cui il duo interpreta perle strumentali di rara esecuzione e bellezza.

Il tour, organizzato dall’Associazione Spazio Musica di Foggia, si avvale del supporto della Regione Puglia e del Teatro Pubblico Pugliese all’interno della “Programmazione Puglia Sounds Tour Italia 2020/2021” – FSC 2014-2020 – Patto per la Puglia – Investiamo nel vostro futuro.

Per ulteriori informazioni Ufficio Stampa Spazio Musica:

Indirizzo email spaziomusica1@gmail.com

Alessandra Palladino Cell. 3280494399




CASTING. Per le riprese di uno SPOT DI COMUNICAZIONE SOCIALE diretto dal pluripremiato regista LORENZO SEPALONE

SI CERCANO FIGURANTI (ESCLUSIVAMENTE RESIDENTI NELLA PROVINCIA DI FOGGIA):

  • Ragazza dai 18 ai 30 anni con i capelli corti
  • Ragazza dai 18 ai 30 anni con occhi chiari e carnagione chiara
  • Ragazza dai 20 ai 30 anni di origini asiatiche
  • Ragazza dai 20 ai 30 anni di origini africane
  • Donna dai 35 ai 50 anni di origini africane
  • Donna dai 55 ai 65 anni

Lo spot sarà girato nella provincia di Foggia a Settembre.
Le donne interessate possono inviare i propri dati e le proprie foto alla Coordinatrice di Produzione Sara via WhatsApp al numero 334.7702655 oppure tramite posta elettronica all’indirizzo movimentoarteluna@gmail.com specificando in oggetto “CASTING COMUNICAZIONE SOCIALE DI LORENZO SEPALONE”.