sa

Ormai manca poco al Natale. Una festa nata per celebrare la nascita di Gesù, ma allo stesso tempo un momento per trascorrere insieme alla propria famiglia. Colgo l’occasione per conoscere l’opinione del diacono don Lorenzo Ventrudo. 1- Dopo duemila anni, per il popolo il Natale ha ancora lo stesso significato religioso? “No. Persiste, purtroppo, uno spaventoso analfabetismo e indifferentismo religioso, in particolare nel popolo che si definisce cattolico cristiano, solo per aver ricevuto il battesimo. Oggi il Natale è presentato, soprattutto dai media come occasione consumistica. Lo scrittore Orwell dice…

Continua a leggere
sa

In data 6/12/18 nella biblioteca della scuola si è tenuto un incontro con  il Dottor Gaetano Scotto. Vi hanno partecipato tutte le classi prime. Ha argomentato sull’abuso di sostanze alcoliche e le sue conseguenze. Le classi sono venute a conoscenza delle concentrazioni alcoliche delle diverse bevande, delle dosi consentite e di cosa viene definito abuso e le conseguenze sull’organismo, sia  sul cervello, sia su altri organi. “Cosa le ha spinto a parlare di droga nelle scuole?” Il fatto di aver lavorato per 40 anni a contatto con persone purtroppo che si…

Continua a leggere
sa

Salve a tutti. Si è appena conclusa la settimana di Alternanza presso uno degli studi dei Consulenti del Lavoro. Ricordiamo che questa figura è un libero professionista, con competenze specifiche nell’amministrazione del personale per conto delle imprese ed enti. A darci delle delucidazioni sull’Alternanza Scuola-Lavoro sarà il signor Marco De Carlo, il responsabile di questo studio. -Secondo Lei questo progetto quante prospettive da in più al ragazzo di inserirsi nel mondo del lavoro? “Reputo l’Alternanza molto interessante come tipo di attività. E’ molto importante nello sviluppo della formazione dei ragazzi nel…

Continua a leggere
sa

Oggi ho intervistato il professore Martino Caporizzi, insegnante di informatica e abbiamo parlato di coding. L’I.T.E. Blaise Pascal è un istituto che si occupa della formazione dei ragazzi non solo in ambito aziendale, ma anche informatico. 1- Cos’è il coding? “Letteralmente coding significa <<programmazione informatica>> ed è una disciplina che ha come base il pensiero computazionale. Consente di imparare le basi della programmazione informatica. Il concetto base è il pensiero computazionale cioè la capacità di risolvere problemi, ‘passo passo’,  applicando la logica, in modo tale da trovare la soluzione migliore per risolverlo.”…

Continua a leggere
sa

Siamo qui con la docente di inglese e Vicepreside del nostro Istituto Paparella. -“Cosa si svolge in questo laboratorio?”- -“Questo è il laboratorio linguistico, qui tutti i docenti di lingue straniere svolgono la parte più pratica di esercitazioni per le lingue e anche il listening. Ormai abbiamo tre lingue straniere che sono l’inglese, il francese e lo spagnolo. Infatti da questo anno abbiamo una prima dove è stata introdotta  la lingua spagnola.- -“Secondo voi l’alternanza aiuta a far crescere i ragazzi?” -“Certo, è una bellissima esperienza. Tutti i percorsi di…

Continua a leggere
sa

Come di tradizione si sono svolte nel nostro istituto le Olimpiadi di Informatica. A parteciparvi le classi del biennio e del triennio. Cosa avete sentito nel momento della prova? Tutti gli anni a cui abbiamo partecipato c’è sempre prima della prova una grande emozione, ma durante la gara ci siamo tranquillizzati. Che livello di difficoltà avete riscontrato? Era un livello di difficoltà minimo. Secondo voi quanti quesiti sono stati risposti esatti? Crediamo che la maggior parte sono stati  risposti in modo corretto, lo sapremo meglio quando uscirà la classifica. Che…

Continua a leggere
sa

In questo periodo si sono tenuti i Campionati assoluti di karate. Nella nostra scuola c’è una ragazza che vi ha partecipato. Eleonora Pepe di 4^E del Pascal. Che importanza ha questo campionato italiano? Il campionato italiano Senior ha un importanza diversa rispetto agli altri campionati italiani. In questa categoria ci sono i “Grandi del Karate italiano”, con cui noi giovani ci confrontiamo, questo significa avere la possibilità di combattere con i propri “idoli”, e di conseguenza fare medaglia diventa un’impresa, ma non è impossibile. Quest’anno, nonostante fosse il mio primo…

Continua a leggere
sa

(Procuratore della Repubblica di Foggia). Le sue sensazioni per la giornata di oggi? Sono belle sensazioni, perché è la sensazione di una città che risponde, di una città che vuole reagire. Siccome il nostro mestiere è lottare contro la criminalità, sappiamo che c’è bisogno del sostengo della gente, di un cambio di mentalità, di una cultura della legalità che porterà più persone a denunciare e testimoniare consentendoci così di fare i processi. Quindi Foggia ha risposto positivamente all’invito lanciato? Sì, Foggia ha risposto positivamente e sono convinto che risponderà positivamente anche…

Continua a leggere
sa

Di che scuola siete, e quali classi? Siamo del Pascal, ci sono diverse prime, seconde, terze, molti ragazzi hanno aderito, anche le quarte che hanno lavorato tutta la settimana, hanno fatto striscioni, cartelloni, abbiamo visto documentari, film, si sono preparati per questa giornata. Cosa ne pensate di questa giornata? Questa giornata è importantissima, non solo per la memoria, per ricordare le vittime ma proprio per dire “Noi ci siamo, vogliamo lottare, siamo presenti”, è questo che i ragazzi hanno fatto questa settimana. Quindi un alto valore civile e morale? Civile…

Continua a leggere
sa

Quali sono le sue sensazioni per la giornata di oggi? Una grande emozione vedere tanti giovani, circa 10.000 giovani che vengono da tutta Italia e che hanno negli occhi la speranza, l’entusiasmo di partecipare e questo mi dà molta fiducia nel futuro dei giovani. Foggia ha risposto bene all’invito lanciato? Ha risposto benissimo ed è un importante segnale per tutto il paese.

Continua a leggere