Nocerina “campione” di farsa

Ancora una volta il calcio italiano perde un’altra importante partita. Domenica purtroppo la partita tra Salernitana e Nocerina valida per la decima giornata del campionato di Lega Pro 1^divisione girone B è stata annullata data l’inferiorità numerica della Nocerina che al 20° minuto di gioco ha costretto l’arbitro a decretare la fine del match.
Non è stata però un inferiorità dovuta a problemi della squadra, ma al fatto che un gruppo di ultrà della Nocerina aveva minacciato la squadra affinchè non scendesse in campo, dato che il prefetto di Salerno aveva vietato la trasferta per i tifosi nocerini in modo da non provocare situazioni pericolose che sarebbero potute verificarsi, vista la rivalità fra le due tifoserie.
Sotto le minacce dei propri tifosi i calciatori rossoneri avevano inizialmente deciso di non scendere in campo, ma dopo le rassicurazioni del Questore di Salerno, Antonio De Iesu, che ha offerto ampie garanzie sulla sicurezza la partita è potuta cominciare, anche se con una quarantina di minuti di ritardo. Ma le intenzioni dei calciatore sono apparse subito chiare: nei primi minuti sono state sprecate tutte le sostituzioni a disposizione, e subito dopo altri cinque giocatori, hanno “accusato” infortuni e sono usciti dal campo lasciando la squadra in sei e facendo in modo di non far disputare la partita.
Nella serata il popolo nocerino, soddisfatto per quello che si era verificato, è anche sceso in piazza per festeggiare la propria “vittoria”.

Post recenti

Leave a Comment