Questione di tempo – Recensione

E se si potesse tornare indietro nel tempo anche solo di 5 minuti per rimediare ad una eventuale brutta figura con la donna di cui si è innamorati? Se lo chiede Richard Curtis nel suo ultimo film Questione di tempo.

 Nella famiglia di Tim Lake (Domhnall Gleeson) si tramanda una strana eredità ma solo per i figli maschi : al compimento dei loro 21 anni essi scoprono di poter viaggiare nel tempo.

Lui, che con le donne non ci ha mai saputo fare,  decide di utilizzare subito questo “potere” per trovare finalmente una ragazza. Ma c’è un piccolo problema. Suo padre gli spiega da subito che non potrà cambiare la storia, ma solo intervenire in quello che accade ed è già avvenuto nella sua vita.

Tim lascia la Cornovaglia e si trasferisce a Londra per fare il tirocinio come avvocato, ed è proprio in città che  incontra, in un ristorante al buio, Mary (Rachel McAdams), la ragazza dei suoi sogni. Ma, quando i giochi sembrano fatti, un errore nel passaggio temporale sembra rimettere tutto in discussione così da perdere per sempre il momento del loro primo incontro.

 

Questione di tempo  è una commedia toccante, originale e profonda, essa sorprende con il fantastico omaggio al nostro Jimmy Fontana.  Il film ovviamente presenta dei trucchetti strappalacrime  ma nello stesso tempo sono evidenti lezioni di vita.

 

Post recenti

Leave a Comment