Gli alunni del Pascal, tutor dei più piccoli compagni di viaggio nel mondo dell’istruzione.

La capacità di mettere in campo risorse ed iniziative di continuum tra scuole di vario ordine e grado è senza dubbio un elemento indispensabile per fornire all’utenza un servizio qualitativamente alto, per stimolare nello studente la coscienza e l’autovalutazione delle proprie attitudini e capacità di scelta, e aiutarlo a costruire una adeguata competenza progettuale. E’ proprio da questa convinzione che alcuni docenti dell’Istituto Tecnico Economico “Blaise Pascal” di Foggia e il Dirigente Scolastico, Prof.ssa Giuliarosa Trimboli, hanno avuto l’idea di mettere alla prova gli alunni dell’Istituto. Gli studenti sono stati chiamati a mettere in pratica, attraverso una sperimentazione, l’abilità di trasmettere le competenze acquisite a scuola … a degli alunni di scuola primaria! L’intreccio tra orientamento, capacità, risorse, iniziative, così importante, è diventato un gioco flessibile, intelligente, significativo tra studenti grandi e piccoli, volto ad attivare, nei primi l’acquisizione degli strumenti necessari, quali abilità nell’esplorare, nell’organizzare, nel valutare, nello stabilire priorità, nell’assumere decisioni; nei secondi favorire un confronto sereno e gioioso con realtà diverse. E così è stata individuata la scuola primaria “G. Pascoli-S. Chiara” di Foggia per questa nuova iniziativa denominata “Gioca con il Pascal – edizione dei piccoli”. Ed ecco che, sabato 7 marzo, gli alunni delle classi II A della “S. Chiara” e III B della “G. Pascoli” e i docenti Policino, Tibollo e Viola sono stati festosamente accolti dai ragazzi delle classi 3E, 4E e 5E del “Pascal” e non solo. Dopo la visita ai numerosi spazi dell’Istituto accompagnati dagli studenti-tutors del Pascal, i piccoli alunni e le maestre hanno vissuto una giornata davvero speciale, con inserimento degli alunni delle due classi della Scuola Primaria nelle attività di una giornata-tipo dell’Istituto Superiore per assistere alle interrogazioni, ad una lezione dialogata, partecipare a semplici attività di laboratorio e alle prove di un coro, fare colazione “al bar dei grandi”, fino al coinvolgimento dei piccoli nelle attività clou della giornata, quelle tecnologico-informatiche organizzate dai docenti di informatica Fioredda, Pesare e Di Gemma. Una giornata memorabile, fatta di accoglienza, leggerezza, disponibilità ma, soprattutto, di grande professionalità. Prima di concludere la giornata, ai piccoli partecipanti ai laboratori, sono stati consegnati attestati di partecipazione e gadget e le maestre hanno voluto ringraziare la preside, i docenti e i giovani tutors per il “clima” festoso e divertente ma anche per la sensibilità, l’aiuto e la discrezione manifestata verso tutti gli alunni, anche quelli in difficoltà, dimostrando che una buona organizzazione, unita alla volontà e alla professionalità permette davvero il superamento di tutte le barriere. Una giornata dedicata dai “grandi” al bambino, quello vero, autentico, e non “all’idea di bambino”.

 

Post recenti

Leave a Comment