1

Fidelis Andria-Foggia 0-3, Zeman:”Avanti così, possiamo competere con tutti.”

Il Foggia scende allo Stadio degli Ulivi. 

Ecco le formazioni: 

Andria (3-5-2): Dini, Lacassia, Alcibiade (73’ Gaeta), Sabatini, Benvenga, Casoli (56’ Tulli), Bonavolontà (56’ Bolognese), Di Noia (73’ Dipinto), Carullo, Di Piazza (60’ Alberti), Bubas.

Allenatore: Panarelli

Foggia (4-3-3): Alastra, Garattoni (69’ Martino), Sciacca, Girasole (61’ Markic), Nicoletti, Rocca, Petermann (73’ Garofalo), Gallo (61’ Ballarini), Merola, Ferrante, Curcio (69’ Di Grazia). 

Allenatore: Zeman

Inizia il primo tempo allo Stadio degli Ulivi di Andria, al primo minuto Merola su assist di Curcio, tirando alto sulla traversa. Merola viene bloccato da Dini. Al 7’ Ferrante tira la palla verso i cartelloni pubblicitari. Ferrante e Petermann vengono cacciati dalla difesa, Nicoletti tira e viene deviato in angolo da Dani. 

Al 11’, il Foggia ha il primo calcio d’angolo. Curcio cerca il rossonero Ferrante sul secondo palo, ma l’Andria li allontana. Petermann viene bloccato dal biancoazzuro. Petermann ci riprova, ma il portiere biancoazzuro lo blocca. 

Altro calcio d’angolo per i rossoneri, battuto da Curcio che non conclude. Al 18’ il calcio d’angolo viene assegnato al Fidelis Andria, dove batte Carullo che tira la sfera in alto sulla traversa. 

L’Andria riceve il secondo calcio d’angolo, Bubas  tira e Alastra la blocca. Al 31’ ,il capitano dei rossoneri, Curcio ,grazie a Merola, trova la traiettoria e tira in porta, segnando. Questo gol ci ha regalato una delle immagini più belle di questo campionato, l’abbraccio tra il capitano e il proprio allenatore. 

Fidelis Andria – Foggia 0-1.

Al 44’ viene assegnato il primo cartellino giallo al capitano dell’Andria, Benvenga. 

Il primo tempo finisce Fidelis Andria-Foggia 0-1.

Riparte il cronometro dell’arbitro Feliciani, al 48’ calcio d’angolo per l’Andria che non spaventa Alastra. Al 49’ altro calcio d’angolo dell’Andria che non porta a nessun cambiamento. Al 50’ Petermann tira, ma viene bloccato dai biancoazzurri. Primo giallo anche per il Foggia, assegnato a Girasole. Al 52’ Garattoni arriva vicino alla porta e per pochi centimetri non entra in porta. 

Movimenti dalla panchina della Fidelis Andria, Panarelli effettua due cambi: esce Casoli ed entra Tulli, poi esce Bonavolontà ed entra Bolognese. 

Al 59’ secondo cartellino giallo per l’Andria, Carullo. Terzo cambio per l’Andria fuori Di Piazza e dentro Alberti. Primi cambi anche per il Foggia, dentro Ballarini e fuori Garlasco, esce Girasole ed entra Markic. 

Al 62’ il Foggia raddoppia con Ferrante. 

Fidelis Andria-Foggia 0-2.

Neanche due minuti e il Foggia attacca aggressivamente la porta dei biancoazzuri con Merola. 

Fidelis Andria-Foggia 0-3. 

Al 67’ l’Andria tenta di spaventare Alastra, ma non ci riesce. Dalla panchina di Zeman si alzano Di Grazia e Martino, al posto di Curcio e Garattoni. Ennesimo cambio per la Fidelis, fuori Di Noia ed entra Dipinto e esce Alcibiade ed entra Gaeta. Ultimo cambio per il boemo, esce Petermann ed entra Garofalo.  Al 73’ Alastra blocca la sfera di Benvenga. Ammonito Ferrante. 

Al 79’ Alastra blocca nuovamente il pallone dei biancoazzuri. Al 82’ Tulli manda la palla in alto. Al 84’ spallate tra Ferrante e il biancazzurro. Nicoletti tenta la conclusione, ma Dini lo ferma.  Dolori per Sciacca, si tocca la caviglia destra. 

Assegnati 5 minuti di recupero. 

La partita finisce Fidelis Andria-Foggia 0-3. 

Ecco le parole di Zeman e  Ferrante in conferenza stampa. 

Ferrante: “Penso che oggi abbiamo fatto la gara migliore dall’inizio della stagione. Non prendiamo gol, facciamo gol quando dobbiamo farlo, chiudiamo la partita quando c’è da chiudere, insomma stiamo crescendo. Ascoltiamo quello che ci dice il mister in tutto e per tutto, e cerchiamo di metterlo in pratica. Sono contentissimo, ma da domani bisogna restare tutto. Il gol è per i miei figli.”

Zeman: “La squadra mi è piaciuto, è entrata in campo con personalità e voglia di vincere. Oggi siamo riusciti a fare bene. A me interessa che la squadra entri in campo, dall’inizio, con la mentalità giusta. Continuando di questo posso e migliorando credo che possiamo con tutti. Per quanto riguarda Curcio, non conta solo quando fa gol. Lui è un giocatore esperto, di talento e con una grande tecnica. Insieme a Ferrante sono di categoria superiore.” 

La prossima partita si terrà il 3 ottobre, allo Stadio Pino Zaccheria con Foggia-Messina, alle ore 17:30