1

Ritorna l’Open Day al Blaise Pascal. Diretta live sui canali social del giornale scolastico ilSottosopra

Anche quest’anno all’istituto Blaise Pascal di Foggia si svolgerà il 18 dicembre il primo Open Day. E’ un’occasione importante per i ragazzi delle scuole medie che dovranno scegliere la scuola giusta da frequentare per i prossimi anni. La scuola offre la possibilità di scegliere tra due indirizzi come: IT (Informatica e Telecomunicazioni) e AFM (Amministrazione Finanza e Marketing).
Le date degli Open day sono le seguenti e per poter accedere è necessario prenotarsi su orientamento.blaisepascal.it
-18 dicembre 2021 dalle 9:30 alle 12:30
-9 gennaio 2022 dalle 9:30 alle 12:30
-16 gennaio 2022 dalle 9:30 alle 12:30

Nella nostra scuola non mancano i progetti scolastici, come il giornale scolastico “ilSottosopra”, corsi di preparazione al conseguimento delle certificazioni in lingua inglese (Cambridge) o in lingua francese (DELF), Alternanza scuola lavoro (PCTO) con la novità dell’incubatore scolastico d’impresa Grani Digitali, certificazioni CISCO, ICDL o EIPASS, stage in Italia o all’estero, e tanto altro.

Alla fine dei cinque anni scolastici, il Blaise Pascal permette di accedere a tutte le facoltà universitarie.

Per le iscrizioni online i genitori avranno tempo dalle 8:00 del 4 gennaio 2022 alle 20:00 del 28 gennaio 2022 per inoltrare la domanda. Sarà necessario avere una identità digitale: si potrà accedere al sistema utilizzando le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di identità elettronica) o eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature). 

Per maggiori informazioni e prenotazioni, visitare il sito “orientamento.blaisepascal.it”.




25° anniversario del Banco Alimentare.

L’ultimo sabato del mese di novembre si celebra la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Quest’anno tale giornata sarà il 27 novembre ed è ancora più importante degli altri anni perché si celebra il 25esimo anniversario. In questa giornata ogni Banco Alimentare recupera tutte le eccedenze alimentari per distribuirle a strutture caritative che sono all’incirca 7.560. Successivamente quest’ultime, aiutate da volontari, contribuiranno ad aiutare i bisognosi (quasi 1.700.000 persone) che vivono in gravi difficoltà. Una notizia importante è che l’edizione sarà sia in presenza, recandosi fisicamente presso i supermercati ed acquistare cibo per donarlo, e sia online, con l’utilizzo di una carta chiamata charity card che permetterà alle persone di poter donare qualcosa fino al 5 dicembre. In entrambi i casi si contribuisce ad aiutare tutti coloro che vivono nella povertà. Questa giornata permette non solo di aiutare poveri e bisognosi ma anche di combattere lo spreco alimentare.
In tutto ciò c’è il supporto anche di Papà Francesco che lascia un messaggio:
“La condivisione genera fratellanza […] è duratura […] rafforza la solidarietà e pone le premesse necessarie per raggiungere la giustizia […] uno stile di vita individualistico è complice nel generare povertà […] se i poveri sono messi ai margini il concetto stesso di democrazia è messo in crisi”. Con questo messaggio il Papa ringrazia tutti coloro che hanno dato un aiuto ed un contributo a queste persone e allo stesso tempo incoraggia le altre persone a fare lo stesso.

E’ possibile dare supporto visitando la pagina www.bancoalimentare.it




La Fiera di Santa Caterina ritorna a Foggia

Anche quest’anno possiamo recarci e assistere alla fiera di Santa Caterina nella nostra città. Questa tradizionale fiera foggiana si svolge nell’area di via Miranda, piazzale Anna De Lauro Matera, lo stesso luogo del mercato settimanale del venerdì. Le differenze sono diverse rispetto agli anni precedenti. Per prima cosa la posizione, gli anni precedenti si svolgeva in via Marina Mazzei, nell’area adiacente la villa comunale cittadina. Il secondo punto è che per entrare è obbligatorio avere ed esibire il green pass sia per i commercianti sia per i clienti e a questo proposito possiamo collegarci al terzo punto, ovvero quello di avere obbligatoriamente la mascherina e rispettare il distanziamento sociale nonostante la fiera si svolga all’aria aperta. A tal proposito è stato redatto un piano di Safety e Security, i quali avranno il compito di controllare il green pass e assicurarsi che tutte le persone rispettino le misure anticovid nel miglior giusto modo infatti sono 154 gli operatori presenti quest’anno. La fiera è aperta dalle 9 alle 21 da domenica 21 novembre al 24 novembre, e giovedì 25 novembre dalle 9 alle 13.

Vi auguriamo un buono shopping nel rispetto delle regole.




Come e quando richiede il Bonus Cultura?

Come per gli anni precedenti, anche quest’anno si può richiedere il bonus cultura. L’attivazione del bonus è previsto nei primi mesi del 2022 e ne avranno diritto i nati nel 2003,ovvero tutti coloro che quest’anno hanno compiuto o compiranno 18 anni. Il bonus sarà di 300€ e non più 500€, proprio perché sono stati stanziati dal Governo 150 milioni di euro rispetto ai 190 milioni dell’anno precedente. Per visualizzare l’importo erogato occorre scaricare l’applicazione 18App o accedere direttamente sul sito www.18app.italia.it. Si accede con le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) sempre dopo il compimento dei 18 anni. Si avrà l’occasione di poter usufruire del bonus acquistando biglietti per visitare teatri e musei, biglietti per concerti, per l’acquisto di libri, partecipare a corsi di lingua straniera, a corsi di teatro, di musica, ma anche per l’ingresso a parchi naturali e quant’altro.
L’unico requisito richiesto per poter riscuotere il voucher elettronico è il seguente: essere residenti nel territorio italiano o possedere il permesso di soggiorno qualora non si fosse cittadino italiano.

Una nota molto importante è che il voucher non potrà essere convertito in denaro contante. Qualsiasi sito o applicazione che permette di fare ciò è solo un modo per truffare, perciò è importante sapere che non ci sarà alcun modo per poterlo fare.




La decisione sui dislike di YouTube.

I dislike di YouTube verranno oscurati?
Questa è la domanda che milioni di persone si stanno chiedendo in questi giorni. Cosa sono innanzitutto i dislike? Sono i “non mi piace” ai video. La domanda iniziale riguarda questo argomento, ovvero se ci sarà la possibilità di nascondere il contatore dei dislike su YouTube.

YouTube, nonché piattaforma molto seguita dalla popolazione, sta decidendo di oscurare il contatore dei dislike a tutti gli utenti che utilizzano l’applicazione e ciò sta provocando perplessità e discussione. Fino ad oggi YouTube dava la possibilità di esprimere attraverso un click la propria opinione, in positivo (like) o in negativo (dislike) così da capire cosa pensa la gente del video pubblicato. La differenza, se questo contatore verrà nascosto, sta proprio nell’occultare e quindi nascondere agli spettatori il numero dei “non mi piace” ma resterà visibile solo al content creator che ha pubblicato il contenuto sulla piattaforma. La decisione della piattaforma digitale è molto chiara e precisa, l’obiettivo è quello di disincentivare gli attacchi degli “haters” ai vari video perché a volte vengono lasciati senza un giusto criterio di valutazione ma solo con lo scopo di fare un dispetto allo youtuber e quindi dare un giudizio falso al video pubblicato. I “Non mi piace” non possono essere eliminati completamente perché aiutano a potenziare gli algoritmi di raccomandazione di YouTube e la soluzione di nasconderli non mi sembra una valida decisione perché il “leone da tastiera” può comunque attaccare ed esprimere il suo giudizio negativo utilizzando la sezione “commenti”.




20 novembre: Giornata mondiale dei diritti dei bambini

Esiste un brano di Francesco Rinaldi che fa così : “I diritti sono di tutti l’ha spiegato la maestra. C’è una carta scritta apposta per difendere i bambini”. Quest’oggi è proprio di questo che si parla, della giornata mondiale dei diritti dei bambini. Il 20 novembre 2021 si celebra questa giornata perché proprio in questo giorno dell’anno 1989 fu approvata dall’ONU la Convenzione sui Diritti dell’infanzia e dell’Adolescenza.
Ma di cosa si tratta? Sostanzialmente si tratta della possibilità dei bambini di tutelarsi e di ottenere i propri diritti, ma sappiamo che ciò non può avvenire direttamente dai fanciulli stessi, data la loro giovanissima età. Perciò vi è l’intervento dei più grandi che si schierano a favore dei più piccoli per aiutarli a rendere possibile il tutto. Il diritto è una cosa che dovrebbe spettarci obbligatoriamente, ma sappiamo che non sempre è così, perciò si da il via a delle iniziative per poterli assicurare. Lo scopo è quello di mettere al sicuro il futuro di questi giovanissimi, evitando possibili disuguaglianze e discriminazioni dovuti alla religione, colore della pelle o altre problematiche.
Un fanciullo dovrebbe avere in primis il diritto di gioco che gli permetta sin da subito di relazionarsi con la realtà e di socializzare con i suoi coetanei. Successivamente vi è il diritto alla vita e in questo caso subentra lo Stato che deve aiutare i bambini nella loro fase di crescita. Esiste anche il diritto alla religione ovvero avere la facoltà di scelta sulla religione da praticare. Il diritto alla salute riguarda principalmente i genitori, quest’ultimi devono assicurare cure per il benessere del piccolo, la libertà di espressione ma soprattutto il diritto all’istruzione con l’intento di istruire i bambini. Lo stato deve fare di tutto per proteggere i bambini da qualsiasi forma di violenza.




Black Friday in arrivo. Prepariamoci!

Ormai ci troviamo a 10 giorni dalla data più attesa dagli amanti dello shopping. Infatti il 26 novembre 2021 inizia il Black Friday, il cosiddetto venerdì nero. Ma occorre specificare il significato di questo evento annuale. Il Black Friday è una giornata riservata all’acquisto di merchandising di ogni tipo a prezzi convenienti e vantaggiosi con l’obiettivo di poter catturare la clientela ad acquistare nei propri negozi o sui propri siti. Un vantaggio importante è quello di poter acquistare ciò che ognuno di noi desidera sia recandoci fisicamente in un negozio ma soprattutto acquistando su siti online, evitando in questo modo possibili contatti ravvicinati e di conseguenza ipotetici contagi, vista la realtà che stiamo vivendo in questo periodo.
Ovviamente per ogni Black Friday che si rispecchi, vi è un Cyber Monday, ossia la giornata che pone la fine a questo evento di sconti convenienti, ovvero lunedì 29 novembre. In sintesi avremo parecchi giorni per poter acquistare a prezzi soddisfacenti ciò che un cliente ha tanto desiderato per giorni o per mesi. Avremo la possibilità di comprare oggetti e merci di ogni categoria, a partire da negozi di elettronica ed elettrodomestici, all’abbigliamento, ai cosmetici e profumeria e così via, potendo applicare uno sconto che può aggirarsi intorno al 30%, 50% o addirittura 80%.
Non mi resta che augurare a tutti un buon divertimento e buon shopping, sempre con il rispetto delle norme anticovid.




13 novembre: giornata mondiale della gentilezza

Il termine gentilezza può essere descritto in diversi modi e quest’oggi, 13 novembre, in occasione della giornata mondiale della gentilezza, tutti dobbiamo riflettere sull’importanza dell’essere gentile per instaurare relazioni con il prossimo.
Bisognerebbe ricordare questo giorno non solo oggi o solo per dare quell’impressione positiva a primo impatto alle persone che ci circondano bensì andrebbe ricordato tutti i giorni per migliorarsi, migliorare interiormente ed esteriormente la propria personalità. Se ognuno di noi, applicasse nel proprio piccolo il concetto di gentilezza, sicuramente faremmo passi in avanti e raggiungeremmo grandi traguardi vivendo in un mondo migliore. È difficile, oggigiorno, essere tutti gentili, poiché spesso prende il sopravvento la parte “peggiore” dell’essere umano, a causa di problemi, ansie e paure. Gentilezza comprende le parole gentili come “scusa”, “grazie” e “prego”, ma non è solo questo, è anche essere buoni con altre persone, rispettare tutto ciò che ci circonda, essere educati, essere altruisti e comprensivi. Un semplice sorriso, una carezza, un complimento, supportare una persona, sono piccoli gesti che nel loro piccolo, possono essere molto apprezzati. Perciò, in conclusione, con il termine gentilezza si vuole indirizzare la comunità a compiere buone azioni, grandi o piccole che esse siano e contribuire a diffondere nel resto del mondo il significato di questa parola.




Cosa guardare in televisione?

In questo periodo molti sono i film, le serie, i reality e le fiction che vengono mandate in onda sul nostro schermo televisivo. Possiamo trovare su Rai 1 la fiction: “Cuori”, la quale trama narra il racconto dei primi trapianti di cuore negli anni Sessanta. Successivamente ancora su Rai 1 è possibile visionare “Un professore” un film in cui il protagonista, Dante, è un professore di filosofia che cerca di insegnare facendo ragionare gli alunni con la propria testa. Una serie tanto attesa e tanto richiesta è “Mare Fuori 2” prossimamente su Rai 2. La trama di questo film racconta la storia di ragazzi detenuti e delle scelte che sono sottoposti e che devono affrontare. Fino al 24 novembre troviamo sul canale 5 “Storia di una famiglia perbene”, che narra la storia di due famiglie contrapposte, pescatori e contrabbandieri dove Maria e Michele, in ricerca dei loro sogni, sono costretti ad affrontare questo brutto odio.
Troviamo anche tra i programmi più seguiti , secondo “share” e visualizzazioni, grande fratello Vip 6: un reality show di persone famose che convivono in una grande casa per mesi e anche il Collegio 6: gruppo di studenti che devono conquistare un diploma di terza media.
Ma non finisce qui: per gli amanti di calcio, lunedì 15 novembre sarà mandata in onda l’ultima partita del Girone C per quanto riguarda la qualificazione ai Mondiali. La partita andrà in onda alle 20.45 su Rai 1 e vedrà scontrarsi Irlanda del Nord contro Italia. Non resta che metterci comodi e attendere i prossimi giorni.




Progetto cortometraggio “Tra terra e cielo”, al Blaise Pascal

Oggi, 13 novembre 2021, nell’auditorium “Elisa Springer” della scuola ITE Blaise Pascal gli studenti e il pubblico visitatore hanno visionato il cortometraggio “Tra terra e cielo”, in collaborazione con il Mibact, il Ministero della Pubblica Istruzione e con l’associazione culturale Mens Sana.
La trama del corto, scritta dalla professoressa Aurora Meneo insieme agli altri ragazzi che hanno partecipato e lavorato a questo progetto, tratta di quello che poteva essere un ipotetico sogno di un docente che si ritrova a vincere la cattedra e quindi diventare un insegnante di ruolo. Ruolo bellissimo ma come tutti i mestieri, ha i suoi pro e contro. Il docente deve affrontare una dura realtà, la didattica a distanza (DaD), ciò che hanno affrontato migliaia di docenti e alunni in questi due anni circa, perdendo così il contatto fisico con gli alunni e cercando di interagire con gli studenti attraverso uno schermo ed una webcam. La costruzione di questo progetto ha dato la possibilità ad alcuni ragazzi dell’Istituto di partecipare a questo cortometraggio e di replicare la situazione vissuta l’anno precedente, durante il periodo di Covid.
Durante la visione del cortometraggio, gli studenti hanno avuto l’opportunità di poter scambiare due parole con il pubblico e con i docenti presenti nell’aula ed anche esprimere un proprio parere riguardo l’esperienza vissuta.
In conclusione i risultati del cortometraggio sono stati pressoché positivi e un grande merito si deve a tutti coloro che hanno lavorato per mesi alla realizzazione di questo progetto.