1

Pasqua 2020: tra tradizioni e Coronavirus

Il 12 aprile 2020 si festeggia la principale solennità del
cristianesimo, la Pasqua. In questa ricorrenza si celebra la resurrezione di
Gesù, avvenuta nel terzo giorno dalla sua morte in croce. In questo giorno di
felicità c’è la tradizione di regalare uova di cioccolato. Inizialmente si
regalavano uova vere ma ricoperte di cioccolato e questo simbolo assume il
significato di rinascita e di nuovo inizio.

A Foggia, come ci raccontano gli abitanti antichi, il menu
di solito è il seguente:

-il “Benedetto”: antipasto a base di uova lesse, aranci e
soppressata con aggiunta  di salumi e ricotta

-Primo piatto: non può che mancare la pasta al forno o le lasagne

-Secondo piatto: Agnello con cardoncelli

-Come dolce tipico, c’è la  squarcella, ovvero  una ciambella ricoperta di glassa di zucchero
oppure la

Colomba, dolce a forma di colomba ricoperto con una ricca
glassatura alle mandorle e che ha successivamente assunto varie forme e
varianti.

Proprio come il Natale, il bello della Pasqua oltre a festeggiare
la resurrezione di Gesù, è festeggiare questa ricorrenza con amici e parenti ma
purtroppo quest’anno non sarà possibile a causa del brutto periodo che stiamo
vivendo.  Ma questo non importa,
l’importante è festeggiarlo con la propria famiglia e pensare che soltanto
insieme riusciremo ad affrontare e superare questo grande ostacolo.

Il giorno dopo, 13 aprile 2020, chiamato il “lunedì
dell’Angelo”, è il giorno della Pasquetta . In questo giorno si ricorda
l’incontro dell’Angelo con le donne giunte al sepolcro. Questo giorno
solitamente lo si trascorre fuori, in campagna o al mare e in ogni caso
all’aperto poiché la tradizione vuole che si mangi carne alla brace
accompagnata con antipasti e pane.