“Da sola non voglio stare” …di @Di Toro Carola

image_pdfimage_print

A causa di patologie, Anna (84 anni), non avendo figli, è sempre stata assistita da suo marito Enzo (91 anni). Un giorno è arrivata la notizia del suo ricovero obbligatorio, al quale però Anna si oppose: “Senza Enzo non mi muovo, non voglio lasciarlo da solo e da sola non voglio stare” disse al dottor Zanasi, Primario dell’ospedale Lastaria di Lucera, che permise alla coppia di stare insieme durante il ricovero di Anna. “L’ospedale che cura ferite del corpo è riduttivo; loro sono il simbolo di un legame supremo e mai avrei permesso a una struttura ospedaliera di diventare l’unico muro alla loro unione” sostiene il dottore, mostrando così che l’amore non è solo quello reciproco, come quello di Anna ed Enzo, ma anche quello verso il prossimo.

L’amore è un sentimento apparentemente semplice da comprendere, quando in realtà è uno dei più complessi. È un sentimento bello, ti fa sentire bene; da quello familiare a quello  di coppia, l’amore vero si basa sempre sulla fiducia reciproca ma anche sul confronto. L’amore è inspiegabile, è quello che ti fa sentire sempre compreso e sempre tranquillo, ma se non corrisposto ti consuma e ti fa ottenere emozione contrarie ai principi che colleghiamo alla parola amore.

Spesso mi chiedo, cos’è l’amore? Si può pensare dell’amore come un insieme di emozioni ma anche ad una singola, ma l’individuo è quello che decide come intendere questo sentimento.

“Amore è tutto cioè che aumenta, allarga, arricchisce la nostra vita, verso tutte le altezze e tutte le profondità”- Franz Kafka 

      

Post recenti

Leave a Comment