image_pdfimage_print

Le facce della luna…@Sveva Canfora

Una ragazza del Kurdistan agli inizi di settembre, con i suoi genitori e suofratello, decide di passare qualche giorno di vacanza a Teheran. La sera del 13settembre stava passeggiando per strada con la sua famiglia. Indossava lo hijab,imposto dalla legge islamica in Iran, ma evidentemente non correttamentesecondo le leggi iraniane; ciò è bastato perché la polizia decidesse di portarla incarcere per seguire un “corso per rispettare le leggi iraniane sull’abbigliamentofemminile ”. Suo fratello, che stava aspettando la ragazza fuori, ha dichiarato diaver sentito delle urla provenire dall’interno. Da quella caserma…

Continua a leggere

Disastri ambientali in tutto il mondo: il richiamo da parte dei ragazzi delle nuove generazioni…Vanessa Vinciguerra

La natura non può più aspettare: dobbiamo fare qualcosa La natura, sin dalla preistoria, è sempre stata la nostra prima casa. Se riflettessimo qualche minuto su quanto l’ambiente ci ha dato e ci dà ancora, rimarremmo a bocca aperta. Ora, però, riflettiamo anche su come lo stiamo trattando. Cosa diamo in cambio a tutto ciò che la vita ci fornisce? Sicuramente nulla di positivo. Solo tanto inquinamento che porta a innumerevoli problemi, diffusi in tutto il globo. Stiamo distruggendo lentamente l’unico pianeta a nostra disposizione. Nella Rivoluzione Industriale (parliamo quindi…

Continua a leggere

La nostra impresa: salvare il pianeta…@Federica Manzi e Chiara Ruscillo

Ormai il Natale è alle porte; sta arrivando un periodo di felicità per la maggior parte delle famiglie del mondo. Prima di tutto, però, dobbiamo porci una domanda: “siamo veramente tutti felici?” La nostra risposta è NO. Dal periodo preindustriale le attività urbane hanno causato l’aumento delle temperature globali di 1 grado celsius; negli ultimi 100 anni è stata distrutta la metà delle foreste pluviali e tropicali nel mondo; l’inquinamento atmosferico cresce sempre di più aumentando il rischio di piogge acide dannose per l’uomo e per questo dobbiamo darci come…

Continua a leggere

E’ un impegno di tutti salvare la nostra terra!…@IBRAHIM BOSS

Gli sprechi e gli abusi sulla Natura sono una vergogna per l’umanità. Ogni giorno, le nostre azioni irresponsabili causano disastri ambientali che mettono a rischio la sopravvivenza del nostro pianeta e delle specie che lo abitano. Eppure, nonostante siano evidenti i danni causati dalle nostre attività, continuiamo a sfruttare senza pietà le risorse naturali, inquinando l’aria, l’acqua e il suolo, distruggendo habitat e mettendo a rischio la biodiversità. Ma non è troppo tardi per fare qualcosa. Ognuno di noi può contribuire a proteggere l’ambiente e a ridurre gli sprechi, adottando…

Continua a leggere

Luci di Natale…@Sara Aghilar

Quando si pensa alle decorazioni di Natale non mancano mai le luminarie: si illuminano i balconi, il presepe, l’albero, le strade… Le serie con circa 300 lucine usate 8 ore al giorno, comportano un consumo di circa 17 kWh. Possono sembrare dei semplici numeri ma se consideriamo che questo dato viene poi moltiplicato per il numero di serie di una sola casa e per il numero di case illuminate non è nemmeno così insignificante. Tutta l’energia che viene usata si produce dallo sfruttamento delle risorse che ci offre la terra…

Continua a leggere

Articolo vincitore del mese di Dicembre. «ECO NOT EGO!». Salviamo la terra, salviamo la vita!…@Caterina Nicolè

Tanto tempo fa l’uomo viveva in armonia con tutto ciò che lo circondava e non prendeva più di quello che gli occorreva. Poi, però, reputandosi più forte e sempre più insoddisfatto, ha incominciato a procurare gravi danni alla natura, agli animali, ai mari e, di conseguenza, alla sua stessa vita. Negli ultimi decenni, infatti, il progresso tecnologico ha cambiato il nostro modo di vivere: ci spostiamo su veicoli superveloci, abbiamo a diposizione tante cose che facilitano la nostra vita, abbiamo cibo a volontà, viviamo in case comode e riscaldate… Tutto…

Continua a leggere

Concorso “Piccoli Giornalisti crescono”. L’alunna Caterina Nicolè della Foscolo si aggiudica il premio per il mese di dicembre.

Vince il concorso Piccoli Giornalisti Crescono del mese di dicembre: Caterina Nicolè, alunna dell’ I.C. Foscolo-Gabelli di Foggia. La cerimonia per la premiazione avrà luogo presso l’ITE Blaise Pascal il 15 gennaio alle ore 10:30, occasione in cui la vincitrice del concorso potrà ritirare i premi accompagnata dalla prof.ssa Roberta Zazzara, che l’ha sostenuta nel suo percorso di eccellenza, e dalla Dirigente scolastica in rappresentanza dell’Istituzione. Ricordiamo che il concorso, patrocinato dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia – Ufficio V – Ambito territoriale Foggia, da Fondazione dei Monti Uniti di…

Continua a leggere

Non tutte le donne sono libere…@Chiara Troiano

Nella gran parte del mondo la donna è ancora lontana dal godere di una piena parità deidiritti come lo è per l’uomoin campo economico , sociale, culturale e politico per motivi spesso diversi tra di loro ledonne di quasi tutti i paesi in via di sviluppo,vivono di fatto una pesante condizione diinferiorità. Destinate al futuro ruolo di mogli e di madri, le ragazze non hanno accessoall’istruzione, sono tenute ai margini del mondo del lavoro,se sono sposate non lavorano, secostrette a lavorare sono impiegate in mansioni umili e poco pagate. In…

Continua a leggere

Le donne: i fiori della Terra…@Giovanna Pia Maggi

“Tutte le famiglie felici si somigliano; ogni famiglia infelice è invece disgraziata a modo suo.” Anna Karenina. L’incipit del capolavoro di Tolstoj ben si adatta alla grande disgrazia che ha colpito una famiglia iraniana il 16 settembre 2022 a Theran: la famiglia Amini. Quel triste giorno la famiglia di Amjad Amini è stata privata del suo fiore più bello, di Mahsa Amini. La storia di Masha è quella di una ragazza curdo-iraniana di soli 22 anni arrestata dalla polizia “morale” per non aver indossato correttamente il velo e successivamente, brutalmente…

Continua a leggere

I diritti degli uomini non sono privilegi…@Francesco Giannatempo

Un privilegio è qualcosa che una persona ha in più, perché se lo può permettere. Ma è impossibile definire i diritti di un uomo un privilegio, perché ognuno nel mondo li deve avere in modo equo. Si può già capire dalla frase posta nelle aule di tribunale: “La legge è uguale per tutti”. Inoltre l’umanità possiede la Dichiarazione Universale dei diritti umani, adottata dalle Nazioni Unite, che afferma il rispetto dei diritti di ciascun individuo. Purtroppo però i diritti dell’uomo non sono sempre rispettati in tutte le Nazioni. Anche se…

Continua a leggere