image_pdfimage_print

Attività didattica in presenza per alunni con disabilità e bisogni educativi speciali nelle classi in dad/ddi

Facendo seguito alla FAQ pubblicata sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che fornisce indicazioni in merito a un quesito concernente la possibilità, per gli alunni con disabilità delle classi in didattica a distanza o in didattica digitale integrata, di seguire le lezioni in presenza, sentiti il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità e il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, è stata inviata oggi alle scuole una specifica nota. Il documento spiega che, tenuto conto dei principi costituzionali e delle regole vigenti nell’ordinamento scolastico, posti a tutela della piena…

Continua a leggere

A proposito dei percorsi PCTO

La tragedia di Udine ha riportato alla ribalta il dibattito sull’alternanza scuola-lavoro ora PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento).In primo luogo, anche se Lorenzo non stava svolgendo PCTO in quanto frequentante un corso Ie FP che prevede in modo strutturale attività “duale” tra aula e azienda, credo che ogni dirigente scolastico del secondo ciclo, ogni referente e tutor di PCTO, ogni docente abbiano avvertito una stretta al cuore più forte degli altri, di fronte a questa assurda morte. Il dibattito che è letteralmente traboccato da media e social…

Continua a leggere

Lavoro in Italia quali sono le professioni più ricercate

Il mercato del lavoro è decisamente cambiato in Italia, specie nell’ultimo lasso di tempo. Digitalizzazione, smart working, home office sono concetti oggigiorno in auge. Tuttavia, vi sono diverse professioni sempre richieste nel nostro Paese. Forniamo pertanto un elenco dettagliato delle mansioni maggiormente richieste in Italia grazie ai dati forniti da annuncilavoro360.com. 1. Operaio Figure specializzate, come saldatori, elettricisti, tornitori e meccanici sono molto richiesti nel nostro Paese. Trattasi di figure tecniche e di artigiani con abile manualità che hanno in genere pluriennale esperienza in materia di installazione di attrezzature tecniche, di…

Continua a leggere

Quando il Natale arriva anche nelle strade del cuore…di @Greta Mele

Buonasera signore e signori,oggi, come sapete, è il 24 Dicembre. Nelle città lestrade sono piene di persone vestite con abiti sgargiantie caldi, che si affannano per comprare gli ultimi regalida mettere sotto i grandi alberi nelle proprie case.Ci sono luci e luminarie dappertutto, si respira aria disperanza e di gioia…eppure il Natale non è così caldo ecolorato per tutti.Nelle baraccopoli africane, sud americane e ancheitaliane, per esempio, le condizioni peggiorano ognigiorno di più.Le guerre, in più di venti paesi nel mondo, continuanoa trascinare via vite umane, spesso anche di giovaniragazzini…

Continua a leggere

Natale oltre confine

Come sappiamo, in Italia il Natale è case e vetrine che splendono di decorazioni, tavole imbandite, feste e cenoni. I piccoli scrivono a Babbo Natale, si decora l’albero, si visitano mercatini e si respira un’aria di felicità e benessere. Ma il Natale è una festa per tutti? È il Natale di tutti i bambini? Natale tra Bielorussia e Polonia In questa parte del mondo il Natale è quello dei bambini disperati, piegati da freddo e fame, intrappolati insieme alle loro famiglie in una foresta al confine tra Bielorussia e Polonia.…

Continua a leggere

Sei un giornalista del TG e devi rivolgere, durante la vigilia di Natale, un discorso accorato per denunciare le ingiustizie…di @Alisa Masciocca

«Se sei coinvolto in questa call, fai parte dello sfortunato gruppo che viene licenziato. […] Il tuo impiego qui è terminato con effetto immediato». È con queste poche parole che un amministratore delegato licenzia in tronco ben 900 dipendenti attraverso una riunione su Zoom. Si tratta di una società attiva nel settore dei mutui negli Stati Uniti che, servendosi della famosa piattaforma per le videochiamate, compie l’impopolare azione contro i suoi stessi lavoratori nel periodo natalizio. Ciò che rende la vicenda surreale è l’utilizzo delle nuove forme di comunicazione: una…

Continua a leggere

Il Natale…di @Martina La Grasta

Il caso: I paesi in via di sviluppo e le festività Il Natale è una delle festività più amate da tutti! Un po’ meno dalle madri che devono affrettarsi a prendere e a preparare i regali. Ibambini non vedono l’ora di sentire quell’atmosfera di felicità e di aprire i regali…Ma tutti hanno questa opportunità?Beh, vi rispondo io: purtroppo non tutti i bambini hanno questa opportunità. Ci sono alcuni bambini che sono nati nei paesi sottosviluppati o in via di sviluppo, cioè paesiin cui:Le tecnologie – Le scienze – La medicina…

Continua a leggere

È arrivata l’ora di alzare la voce contro le ingiustizie!…di @Doha Nazih

So già che a nessuno interessa tanto quello che succede là fuori, infatti  la maggior parte ignora le notizie di guerre , i bambini morti, i bambini che non hanno diritto di istruzione e le tante altre ingiustizie  Ma adesso deve finire qua! Tra gli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani che non vengono rispettati ci sono:  Riprendendo Bob Dylan e quello che dice nella canzone anche io mi chiedo: Per quanto tempo l’uomo deve continuare ad andare avanti fingendo di non sentire e non vedere  ? Sì, e…

Continua a leggere

Foggia, non possiamo restare indifferenti alla solitudine dell’emarginazione sociale…di @Giovanni Campanella

Abbiamo iniziato il 2021 con un Capodanno ‘in sordina’, limitati dalle regole anti-covid, obbligati a rispettare assurdi orari di coprifuoco e speranzosi in un vaccino in arrivo. Ci siamo augurati un 2021 migliore del 2020, immaginando che peggio della pandemia non potesse esistere nulla. Ma anche il 2021 è stato un anno difficile per tutti, specialmente per i meno benestanti. A ben dodici mesi di distanza, continuiamo a preoccuparci di restrizioni per l’emergenza sanitaria senza renderci conto che problemi molto più gravi ci circondano e rendono difficile l’esistenza di alcuni…

Continua a leggere

Foggia, ora tocca a noi!

Cosa desideriamo per la nostra città?  Cosa siamo disposti afare per cambiarla? Parliamone insieme in occasione dell’assemblea cittadina “Foggia, ora tocca a noi”. La presentazione del numero speciale della rivista Lavialibera, intitolato “Foggia, microco­ smo mafioso”, sarà l’occasione per associazioni, scuole, Università, gruppi organizzati e singoli cittadini di intervenire e discutere assieme del futuro della città. I recenti attentati ci riportano a quanto accaduto tra il 2019 e il 2020 e si inseriscono in un contesto già reso preoccupante dallo scioglimento del Comune per infiltrazioni mafiose. Proprio sullo scio­ glimento…

Continua a leggere