Elezioni 2018, M5S primo partito, destra vincente, tracollo della sinistra

image_pdfimage_print

Con ancora il 20-30% circa di sezioni da scrutinare le elezioni politiche italiane del 2018 ci hanno detto quasi tutto, exploit del Movimento 5 stelle che diventa primo partito italiano, la destra dilagante vicina a quel 40% così determinante e una sinistra che ne esce da vinta indiscussa, ma una maggioranza che attualmente è inesistente e che probabilmente lo sarà anche alla fine degli scrutini; quello degli elettori è stato un voto antisistema, un voto contro i soliti partiti, ma un voto che non consente a nessuno di governare, e allora già si cercano intese, grandi alleanze e i cosiddetti “inciuci“, tuttavia anche questa ipotesi sembra lontana dato che mai come in queste elezioni le lotte ideologiche sono state in primo piano e attualmente nessun partito o coalizione sembra condividere qualcosa con l’altro.

 

Altro dato importante arriva dall’affluenza, la quale nonostante il grande fermento politico percepito nelle ultime settimane vede un calo di quasi 3 punti percentuali rispetto al 2013, sintomo di un continuo aumento del disinteresse politico da parte degli italiani.

Oggi pomeriggio tutte le sezioni dovrebbero essere scrutinate e a quel punto potremo dire con certezza che assetto politico avrà il nostro paese, ma ormai con il 70% già scrutinato il margine d’errore è minimo; ora è tutto nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, il quale non ha di certo un compito facile dopo dei risultati così variegati.

Post recenti

Leave a Comment