L’abbandono di Bruce Willis dal cinema

image_pdfimage_print

E’ stata la figlia di Bruce Willis, Rumer, ad annunciare sul suo profilo Instagram, a nome di tutta la famiglia, l’abbandono definitivo del cinema da parte di suo padre a causa di un grave problema neurologico. Gli è stata diagnosticata l’afasia, malattia che sta influenzando le sue capacità cognitive, ha scritto Rumer. Willis sarebbe, infatti, affetto da afasia che consiste nel perdere la capacità di articolare parole o comporre frasi di senso compiuto che rappresenta un grande ostacolo in particolar modo per chi usa il linguaggio per professione o solo per passione. Questo grave problema ha certamente avuto delle ripercussioni drammatiche sul lavoro durante le riprese, come infatti viene rivelato in un recente articolo del New York Post. Durante il set di Out of Death Willis ha rischiato grosso, poiché avrebbe sparato con una pistola caricata a veri proiettili invece che a salve. In altre circostanze, l’attore sarebbe apparso confuso sul da farsi, preoccupando colleghi e collaboratori. La memorizzazione delle battute ha creato ulteriori problemi, spingendo la produzione a suggerire anche l’utilizzo di un earwig, un dispositivo progettato per dettare le linee di dialogo agli attori.
 

Post recenti

Leave a Comment