Quando la verità diventa scomoda…

image_pdfimage_print

ll 22 aprile su YouTube viene creato un canale dal nome The story of Regeni. Quattro giorni dopo vengono pubblicati due trailer in arabo, uno sottotitolato in inglese e l’altro in italiano. Quasi contemporaneamente viene creata anche una pagina su Facebook.
Il video è in lingua araba e i toni sembrano essere fortemente provocatori. Per esempio il cognome è scritto in modo sbagliato, RIGENI, non c’è nessun riferimento ad un autore e a nessun elemento identificativo. Lo scopo del filmato, in cui sono coinvolti anche politici italiani, tra cui il senatore Maurizio Gasparri, è quello di dar vita a dubbi sull’assassinio del ricercatore per sgravare le autorità dalle loro responsabilità.

Unico scopo del documentario sembra essere quello di gettare fango sulla figura del giovane giornalista, per screditarlo e delegittimare la sua figura, ma soprattutto eliminare ogni valore alla sua tragica e violenta morte. Il filmato compromette anche l’operato dei suoi genitori che, arrivati al Cairo, dopo essere stati allertati dalla scomparsa del figlio, avrebbero sottratto alla Procura egiziana gli effetti personali di Giulio.

 Il messaggio che si vuole trasmettere è che l’uccisione e il rinvenimento del cadavere del giovane, avessero come obiettivo quello di destabilizzare i rapporti tra Italia ed Egitto, qualcosa di contrario agli interessi del Cairo. Gli interessi e le vicende politiche del caso del ricercatore friulano, l’eco di una parvenza di giustizia, frutto di anni di indagini, è scomodo per qualcuno, tanto da far muovere le acque, ancora una volta e, soprattutto quando sembrava essere arrivati ad una svolta decisiva, dando giustizia ad una morte prematura e ingiusta. La risposta, quindi viene da sola!! Giulio Regeni ha colpito il bersaglio, le sue scoperte erano vere, al contrario di questo documentario, privo di paternità e contenente notizie false, il cui scopo è quello di disonorare la reputazione e la memoria di Giulio.

@Cristian de Filippo

Post recenti

Leave a Comment