Latina-Foggia 1-1, Zeman: “Sono rammaricato per due motivi”

image_pdfimage_print

Torna il Foggia, questa volta allo Stadio Domenico Francioni.

Ecco le formazioni:

Foggia (4-3-3): Alastra, Martino, Sciacca, Girasole, Nicoletti, Petermann, Gallo, Rocca (76’ Ballarini), Ferrante (87’ Garattoni), Curcio (76’ Merkaj) , Di Grazia (45’Merola).

Allenatore: Zeman

Latina (4-3-1-2): Cardinali, Ercolano (45’ Teraschi), De Santis, Esposito, Nicolao, Amadio, Spinozzi (57’ Marcucci), Tessiore, Di Livio (57’ Rossi), Rosseti (64’ Mascia), Carletti(80’ Sane).

Allenatore: Di Donato

Inizia il primo tempo e il Latina si fa sentire con Tessiore, che con un colpo di testa manda il pallone sul fondo. Al quattordicesimo minuto, Carletti tenta una conclusione ma Alastra riesce a respingere la sfera. La palla è di nuovo per Tessiore che entra da sinistra e da un’ottima posizione tira e la manda sull’esterno della porta.

Il Foggia subisce un’ammonizione per Curcio. Al 29’ il popolo rossonero esulta per il colpo di testa di Ferrante, su  cross perfetto di Di Grazia. 

Il primo tempo finisce Latina-Foggia 0-1.

Arriva il secondo tempo e ci sono già i primi cambi, sia per il Foggia che per Latina. 

Per il Foggia entra Merola ed esce Di Grazia. 

Mentre per il Latina, entra Teraschi ed esce Ercolano. 

L’arbitro fischia per Esposito, il primo ammonito per il Latina. Al 53’ Petermann tira il pallone e arriva nella mano di Cardinali. La palla arriva a Ferrante tira e la manda in alto. Rosseti si dirige verso Alastra, ma finisce fuori.

Arriva un’altro cartellino giallo per il Latina a Teraschi, al 56’.Al 75’ altro ammonito per il Foggia, Petermann. 


Rossi manda la sfera sul fondo. Al 85’ Martino blocca Sane in aria di rigore e l’arbitro assegna il cartellino rosso al rossonero. Il Latina segna con un calcio di rigore all’86. 

L’arbitro assegna il giallo a Merola. 

Il secondo tempo finisce, Latina-Foggia 1-1.

Ecco le parole di Zeman e Alastra in conferenza stampa.

Alastra: “ C’è rammarico per come è stata pareggiata questa partita, siamo dispiaciuti. Sul rigore ho qualche dubbio, ma dobbiamo accettare la decisione dell’arbitro. Sono soddisfatto della mia prestazione personale, ma l’obiettivo era portare a casa i tre punti. Le partite vanno chiuse prima. Noi abbiamo avute le nostre occasioni, ma anche un pizzico di sfortuna viste le ultime due traverse colpite. Ora testa alla prossima gara. In settimana riguarderemo e lavoreremo su ciò che abbiamo sbagliato.”

Zeman: “ Sono rammaricato per due motivi, per il primo tempo buttato via, non abbiamo giocato e stavamo fermi a guardare e per il rigore inesistente subito. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio, ma abbiamo sbagliato alcune ripetente, e la misura delle giocate. Vorrei una squadra che gioca, sportiva e che faccia gruppo senza azioni personali. Il campionato mi sembra equilibrato, nel senso che le squadre partite come favorite non riescono a mettere insieme due vittorie di fila.”

La prossima partita, Foggia-Jove Stabia, si terrà allo Stadio Pino Zaccheria, il 26/09 alle ore 14:30. 

Post recenti

Leave a Comment