Bari-Foggia 1-1, Ferrante strappa i punti ai biancorossi

image_pdfimage_print

Inizia la 10 giornata del campionato di Serie C con Bari-Foggia, allo Stadio San Nicola di Bari.

Bari (4-3-1-2): Frattali, Pucino (85’ Belli), Terranova, Gigliotti, Ricci, Mallamo, Maita, D’Errico (68’ Bianco), Botta (85’ Citro) , Cheddira (74’ Antenucci),Marras (74’ Simeri).

Allenatore: Magnani

Foggia (4-3-3): Alastra, Garattoni, Sciacca, Girasole, Nicoletti (41’ Martino), Rocca, Petermann, Gallo (55’ Ballarini), Merola (55’ Merkaj), Ferrante, Curcio (77’ Rizzo Pinna).

Allenatore: Zeman

Inizia il Derby e Botta ha la sua prima occasione che viene respinta dai satanelli. Alastra prende il pallone, ma viene colpito da Cheddira con il piede. Poi al 3’ cross di Marranca che lo passa a Cheddira, ma non riesce ad arrivare alla sfera. 

Al 14’ minuto Curcio cerca di passare a Nicoletti, ma lui non riesce a raggiungerlo. Terranova ha una sua occasione, ma Alastra lo blocca tranquillamente. 

Al 16’ occasione di Ferrante che tira la sfera, ma viene bloccato da un difensore biancorosso. Ottima azione per Ferrante. Al 17’ Marranca si libera da un rossonero e tira, ma la palla finisce in curva. 

Al 19’ Nicoletti a terra, però si rialza tranquillamente. Curcio tira la punizione, ma la palla finisce nelle mani di Frattali. Al 22’ ennesima occasione per i rossoneri con Rocca, ma viene chiuso dai biancorossi. Al 24’ calcio d’angolo per il Foggia, che ne assegna un altro sempre per i rossoneri. Il secondo entra nelle mani di Frattali. Al 25’ Gallo tira, ma finisce sul fondo. 

 Al 28’ il Bari ha il suo primo calcio d’angolo, dove batte Marras e passa a Terranova, che batte di testa ma deviato da Ferrante. Al 29’ secondo calcio d’angolo per i biancorossi battuto di nuovo da Marras, ma Alastra lo blocca.  Di nuovo il Bari tira dalla bandierina, che non conclude. 

L’arbitro assegna il primo cartellino giallo della partita a Marras, per fallo su Curcio e al 39’ tocca a Girasole. Nicoletti infortunato e Zeman dalla panchina chiama Martino, al 42’. 

Al 43’ Maita tira e fa gol. 

Bari-Foggia 1-0.

Il quarto uomo assegna 3 minuti di recupero, ma nessuna occasione da entrambi le squadre. 

Il primo tempo finisce Bari-Foggia 1-0.

Le squadre ritornano in campo e l’arbitro Gualtiero fischia dando inizio al secondo tempo. Zeman fa riscaldare alcuni satanelli. Al 46’ Botta tira, ma lo respinge Sciacca. Al 51’ Merola ci prova, ma la sfera passa di fianco al palo. Al 52’ D’Errico tiene palla, ma viene marcato da un rossonero e la palla finisce fuori. 

Doppio cambio per il boemo, entrano Ballarini e Merkaj ed escono Gallo e Merola, al 55’.  Al 57’ ammonito un altro biancorosso, Maita. Al 58’ quarto calcio d’angolo per i rossoneri, ma la palla viene allontanata. Al 60’ Ricci tira, ma la sfera va fuori. Al 65’ Cheddira tira e Alastra si lancia, respingendo la palla. Movimenti dalla panchina di Mignani, entra Bianco ed esce D’Errico, al 68’. 

Il Foggia passa in vantaggio sotto gli occhi dei baresi con Ferrante al 69’.  Gol che ci regala il bellissimo abbraccio tra Zeman e Ferrante, immagine unica.

Bari-Foggia 1-1. 

Al 70’ Ballarini a terra, si tocca la spalla. Doppia sostituzione per il Bari, escono Cheddira e Marras ed entrano, al 74’, Antenucci e Simeri. Zeman fa entrare Rizzo Pinna ed esce Curcio, al 77’. Al 79’ faida tra i rossoneri e Ricci, Gualtieri è costretto ad intervenire. Al 81’ Mallamo prova a tira in direzione di Alastra, ma viene bloccato da un difensore rossonero. Merkaj prende palla, corre per tutto il campo e tira, ma finisce nelle mani di Frattali.  Al 83’ tiro dalla bandierina per la squadra del boemo, ma nessuna occasione. 

Altra sostituzione per i baresi, entrano Citro e Belli ed escono Botta e Pucino, al 85’.  Al 88’ calcio d’angolo a favore del Foggia, ma c’è fuorigioco per i rossoneri. Al 89’ i baresi insistono, ma i rossoneri li bloccano. 

Il quarto uomo con la lavagnetta indica 3 minuti di recupero. 

Ecco le parole di Canonico e Ferrante in conferenza stampa.

Ferrante: “Oggi abbiamo dimostrato che ce la possiamo giocare con tutti. Siamo stremati, contenti per averla pareggiata e anche un po’ amareggiati perché potevamo vincerla. Dovevamo essere più cinici in alcune occasioni ma siamo soddisfatti perché abbiamo tenuto bene il campo. Dobbiamo maturare e continuare a crescere”.

Canonico: “Sono soddisfatto per la prestazione encomiabile dei ragazzi e sono convinto che il Foggia crescerà ancora. Vedere il Bari difendersi davanti alle giocate del Foggia è stato bello e questo significa che iniziamo ad avere la personalità giusta per affrontare le grandi squadre. Vi dirò cosa penso dopo la sfida di domenica con il Taranto, ma occorre avere l’umiltà e la voglia di aspettare la crescita dei nostri ragazzi”.

Il duello finisce Bari-Foggia 1-1. 

La prossima partita Foggia-Taranto si terrà il 24 ottobre allo Stadio Pino Zaccheria, alle 14:30. 

Post recenti

Leave a Comment