Roma-Juventus, la partita dell’anno?

image_pdfimage_print

9 gennaio, 18:30, scendono in campo la Roma di Josè Mourinho, capitanata da Lorenzo Pellegrini contro la Juve di Max Allegri, una squadra che gioca di contropiede contando su calciatori di alto coefficiente offensivo.

La Roma inizia la partita dominando sui bianconeri in tutte le zone del campo, infatti, quando il tabellone dell’Olimpico segnalava il minuto 70, la Roma era avanti di ben due goal; risultato fermo sul 3-1 con Abraham, Pellegrini e Mhkitaryan marcatori in veste giallorossa e Paulo Dybala per la Juve.

La partita era QUASI chiusa, ma un uomo, criticato da tutti, cambia la partita, il suo nome è Alvaro Morata, parte dalla panchina dopo un paio di partite deludenti ma, decide di demolire la difesa romana, con colpi di genio.

70’ minuto: Morata, palla al piede, dribbla Ibanez e disegna una palla incredibile per Manuel Locatelli, siamo 3-2.

72’ minuto: Cuadrado effettua un cross difficile da controllare, ma, sempre Morata, anticipa gli avversari, difende il pallone col fisico, tiro murato e sulla ribattuta Dejan Kulusewski pareggia un match infuocato, entrando al posto dell’infortunato Chiesa che purtroppo ha concluso la sua stagione.

77’ minuto: azione rocambolesca vicino al limite dell’area della Roma, la palla arriva sui piedi di Mattia de Sciglio, carica il destro, forte e preciso sul palo del portiere. Clamoroso all’olimpico, siamo 3-4 per la Juve, i ragazzi di Allegri hanno rimontato in soli 7 minuti!

82’ minuto: fallo di mano di De Ligt, rigore per la Roma e rosso per il difensore olandese. Le responsabilità sono sui piedi di “Lollo” Pellegrini, il capitano giallorosso. Partono fischi per Szczesny, portiere della Juve con un passato nella Roma. Rigore tirato, silenzio all’Olimpico, i 570 tifosi juventini, sono increduli, il risultato rimane invariato. Pellegrini ha sbagliato il rigore, Szczesny ha chiuso la porta con i suoi guantoni.

La partita rimane bloccata, qualche atto di nervosismo, qualche crampo dopo aver corso tantissimo, ma la partita si è ormai conclusa, l’arbitro Massa, porta il fischietto alla bocca, Roma 3-4 Juventus, si è chiuso un altro big match. Partita assurda, i noiosi 0-0 li lasciamo al campionato inglese.  

Questa è la Serie A che cercano gli spettatori.                                                                                                                                                                                                                                                                                                

Post recenti

Leave a Comment