Festival Tulipani di seta nera dall’Ucraina a Elisa

image_pdfimage_print

‘Au’, documentario di Olga Kalchugina sull’Ucraina prima del conflitto, e ‘Seta’, il videoclip per l’omonima canzone di Elisa (autrice qui anche della sceneggiatura), diretto da Attilio Cusani, nel quale si affronta il tema della violenza contro le donne.

Protagoniste di questo festival sono Anna Safroncik e Neri Marcorè. “E’ un festival che racconta storie d’amore legate al sociale – ha detto l’attrice di origini ucraine- e per me è fondamentale che la cultura, soprattutto in questo periodo di guerra e devastazione ,faccia da collante fra tutti noi”. Fra i temi rilevanti nei diversi racconti ci sono identità e transizione di gender, disabilità, pregiudizi, immigrazione, razzismo, conseguenze della pandemia, dipendenze (dalla droga a internet), femminicidio, violenze e stereotipi di genere, la famiglia declinata con diversi volti, relazioni tossiche, disturbi mentali, conflitto tra scienza ed etica, bullismo, disuguaglianze sociali. Circa un centinaio le opere in programma, che da aprile saranno visibili e sulla piattaforma Rai Cinema Channel, selezionate tra le oltre 400 arrivate.

Il Festival si svolgerà dal 5 all’8 maggio a Roma, al The Space di Piazza della Repubblica. Tra i protagonisti delle opere selezionate nelle varie sezioni, volti noti al grande pubblico come Leo Gullotta, Massimo Dapporto, Raimondo Todaro e la cantautrice Elisa. L’opera che otterrà il maggior numero di visualizzazioni per la propria sezione riceverà il prestigioso Premio Sorriso Rai Cinema Channel.

Post recenti

Leave a Comment