L’Italia è tornata!

image_pdfimage_print

Abbiamo restitito aggrappati ai balconi, chiusi a rivedere in TV i vecchi trionfi per nascondere nella commozione le lacrime d’angoscia, paura e dolore.
Ci siamo sentiti più forti insieme perché ci siamo ritrovati più uniti e compatti, come solo l’Italia sa fare nei momenti di difficoltà.
Ci siamo abbracciati al tricolore, perché tra noi non potevamo.
E poi, soli sui tetti a suonare l’inno.
Negli stadi abbiamo ascoltato il silenzio della tragedia, vento nel deserto di una speranza che sembrava sempre più lontana.
Ma, tutti insieme ne stiamo uscendo, con apprensione e incertezze per il futuro, ma con fermezza, coraggio e decisione. In fondo al tunnel c’è luce: riaprono gli stadi, è tempo di asciugarsi le lacrime, è tempo di tornare a sognare, è tempo di rialzarsi e vincere.
In fondo, erano 5 anni che provavamo a nasconderci da amarezze profonde, da delusioni e fallimenti. Sono stati 5 anni dolorosi che ci hanno allontanato dalla nostra Nazionale per paura di farci ancora più male. E poi, passo dopo passo, grazie a un magnifico gruppo messo su dal nostro CT, Roberto Mancini, siamo tornati a sognare. Abbiamo tirato fuori dall’armadio la maglia, magari anche un po’ scolorita, e siamo tornati ad organizzarci con amici e parenti per guardare la partita assieme, perché si sa: dopo che tocchi il fondo puoi solamente rialzarti.
Siamo finalmente tornati a cantare e ad emozionarci, nel 3-0 rifilato alla Turchia si è vista tutta la voglia di tornare a giocarsela lì, tra le grandi.
5 anni dopo, 60 milioni di persone si stringono nuovamente come un unico grande cuore, e il cielo sopra Roma torna a dipingersi d’azzurro. Grazie ragazzi, la strada intrapresa è quella giusta, è quella per diventare grandi.

Post recenti

Leave a Comment