The 8th Continent

image_pdfimage_print

Lo hanno chiamato l’Ottavo Continente, “The 8th Continent”, ideato dall’architetto Lenka Petrakova e, in futuro, potrebbe essere una soluzione innovativa per pulire una gran porzione di oceano.

Si tratta di un progetto che prevede la creazione di un gran laboratorio di ricerca in mezzo al mare, pensato per consentire a chi ci salirà a bordo, di viverci, lavorare, mangiare, dormire e studiare.

 Si tratta di una stazione marina simile ad un fiore di loto metallico, progettato per galleggiare sul mare, seguendo le correnti oceaniche, ed è stato modellato per diventare un “organismo vivente completamente autosufficiente”.

Il compito di questa grande invenzione sarà quello di pulire un’area marina di almeno 1600 km quadrati, e caratterizzata da un’alta densità di rifiuti di plastica. Le tre lunghe braccia che si vedono nelle immagini, che dovrebbero richiamare la forma di tentacoli, raccoglieranno i rifiuti di plastica che poi verranno riciclati attraverso un sistema complesso, per essere convertiti in elettricità.

In cima ci saranno tre centri di ricerca e sotto degli spazi contenenti giardini idroponici ed un impianto di desalinizzazione dell’acqua. I petali della struttura ospiteranno gli alloggi dei lavoratori e i vari spazi dove i rifiuti verranno raccolti, smistati e riciclati.

Al momento i materiali giusti per la costruzione non sono ancora stati identificati, ma ciò non ha impedito ai creatori di lanciare il progetto sul mercato per attrarre potenziali investimenti.

@Cristian de Filippo

Post recenti

Leave a Comment