Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te…di @Giulia Finizio

image_pdfimage_print

Esiste un proverbio: “Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te”; un detto tanto diffuso, quanto disatteso, infatti nessuno sembra rispettarlo.

Al TG si vede ancora tanta gente che soffre, e se ne sentono di tutti i colori come, ad esempio, l’episodio di Macerata, in cui un uomo ha sparato dalla sua auto agli extracomunitari o i gravi episodi di razzismo nella città di Foggia, nell’estate del 2021, quando sei ventenni hanno brutalmente aggredito dei ragazzi extracomunitari.

Il “diverso” fa paura, ma la parola “diverso” non ha senso, specialmente in una cultura cristiana.

Dio, infatti, ci ha creato allo stesso modo, ci ha dotato della ragione e l’uomo non cambia se cambia il colore della pelle.

Per arginare questa mentalità tutti noi possiamo fermarci un attimo e riflettere: e se fossimo noi l’”altro”, il “diverso”?

Spesso per strada vediamo uomini chiedere l’elemosina e li trattiamo con scarsa considerazione, ma se fossimo noi quegli uomini che, magari, hanno percorso chilometri tra pericoli e violenze, lasciando la famiglia e le persone amate nella speranza di un futuro migliore o di racimolare un po’ di soldi da mandare a casa?

No, che pure siamo benpensanti, spesso sprechiamo soldi per cose inutili; perché non ci soffermiamo a pensare che quello spreco potrebbe aiutare tanta povera gente? In altre parti del mondo un nostro spreco potrebbe alimentare un’intera famiglia.

Gli stati occidentali già fanno qualcosa, permettono sussidi, costruiscono case, forniscono servizi come istruzione e assistenza.

E noi che possiamo fare per collaborare nel nostro piccolo?

Tutti noi possiamo aiutare associazioni, cattoliche e non, a costruire strutture nei paesi più poveri, pozzi, piccole case, ospedali dove essere curati in sicurezza, scuole….

Ognuno di noi con il suo piccolo contributo può fare qualcosa.

Di certo non potremmo risolvere la pace, la fame nel mondo, la guerra, ma ciascuno di noi può fare qualcosa, ognuno con il suo piccolo contributo piò cambiare il mondo.

Giulia Finizio

Post recenti

Leave a Comment