Nuovi orientamenti nell’era dell’incertezza. Opificio Golinelli di Bologna 28 ottobre

Quale ruolo possono rivestire le università quando si parla di orientamento delle giovani generazioni al futuro? Come coinvolgere a livello nazionale tutti gli attori della formazione per dare vita a un ecosistema interconnesso tra mondo dell’istruzione e del lavoro?

Dopo un primo appuntamento nel mese di giugno a Foggia e Vieste, si torna a parlare di questi temi nel secondo seminario nazionale Nuovi orientamenti nell’era dell’incertezza, promosso da CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane), Fondazione Golinelli e Intergruppo parlamentare Orientamento. A Bologna, negli spazi di Opificio Golinelli, in due giornate, il 27 e il 28 ottobre, si riuniranno esperti in materia di orientamento per condividere buone pratiche, metodi, prassi e priorità. A conclusione dei lavori è previsto uno spazio aperto al pubblico il 28 ottobre, dalle 15.30 alle 17.45. 

La pandemia ha profondamente segnato il modo di relazionarsi e di studiare delle nuove generazioni. Si è creato un senso di incertezza che ha impattato nelle loro scelte scolastiche e di lavoro. Nelle fasi di orientamento diventa ancor più centrale una conoscenza accompagnata all’esperienza sul campo: solo così si potranno costruire percorsi di crescita significativi e nuove ed effettive prospettive occupazionali. In questo processo giocano un ruolo fondamentale i docenti che, intrecciando l’apprendimento delle discipline scolastiche con competenze relazionali e orientative, hanno il compito di accompagnare i propri alunni verso un futuro professionale che metta a frutto con soddisfazione i loro talenti.

Nella prospettiva di creazione di un ecosistema a livello nazionale si incontreranno a porte chiuse delegati delle università facenti parte del Comitato della CRUI, esponenti del Ministero dell’Università e della Ricerca, del Ministero dell’Istruzione, membri dell’Intergruppo parlamentare Orientamento e rappresentanti di associazioni, fondazioni e altre organizzazioni. Le loro riflessioni saranno poi restituite e condivise in chiusura della seconda giornata, nella sessione aperta al pubblico.

«Il seminario è un momento di confronto tra soggetti di caratura nazionale vocati a promuovere il cambiamento, consapevoli che l’orientamento delle giovani generazioni è una leva fondamentale su cui investire per preparare un futuro possibile. Orientamento è un termine ampio e trasversale, non riducibile alle scelte scolastiche o a successivi percorsi lavorativi: esso è, viceversa, va inteso come un ampio percorso di crescita dell’essere umano. La collaborazione fra questi attori è fondamentale per massimizzare l’efficacia del nostro intervento e permettere a ragazze e ragazzi di guardare al futuro con slancio, dando loro gli strumenti adeguati e stimolando creatività e voglia di conoscenza: ingredienti essenziali per creare nuove imprese, nuovi servizi e nuove professioni», dichiara Andrea Zanotti, Presidente di Fondazione Golinelli.

«L’orientamento di ragazze e ragazzi è sempre più importanti per aiutarli a capire chi essere nella vita, non perdersi e trovare una strada, cogliere opportunità nuove in un mondo che cambia velocemente. Deve diventare la priorità non solo di chi si occupa di scuola o università, ma di tutto un Paese. Per questo abbiamo deciso di dare continuità istituzionale all’intergruppo parlamentare che avevamo costituito nella scorsa legislatura e continuare il lavoro iniziato a Foggia a giugno con la CRUI e tanti altri attori – istituzioni, imprese, associazioni e fondazioni, prime fra tutte la Fondazione Golinelli – per costruire un ecosistema nazionale dell’orientamento», afferma Alessandro Fusacchia, già Deputato della Repubblica nella XVIII Legislatura (membro della Commissione Cultura, Scienza, Istruzione e fondatore dell’Intergruppo parlamentare sull’orientamento).

«Partecipare attivamente a questa seconda edizione delle Giornate nazionali di Orientamento Universitario rappresenta moltissimo per la commissione orientamento CRUI, nel segno di un impegno cominciato a giugno tra le mura del nostro Ateneo, e che ci proponiamo di portare avanti in maniera programmatica ed efficace. Lavorare con intensità sull’orientamento, in questo momento storico, significa abbracciare con serietà la missione educativa per lo sviluppo e la crescita consapevole dei nostri giovani», dichiara Pierpaolo Limone, Rettore dell’Università di Foggia edelegato CRUI per orientamento, formazione degli insegnanti, Its e life long learning.

IL PROGRAMMA DELLA CONFERENZA APERTA AL PUBBLICO

Il tema del seminario aperto al pubblico, previsto dalle 15 alle 17.45 di venerdì 28 ottobre, sarà introdotto da Antonio Danieli, Vice Presidente e Direttore Generale di Fondazione Golinelli, che coordinerà gli interventi istituzionali di: Alessandro Fusacchia, già Deputato della Repubblica nella XVIII Legislatura (membro della Commissione Cultura, Scienza, Istruzione e fondatore dell’Intergruppo parlamentare sull’orientamento);  Pierpaolo Limone, Rettore dell’Università di Foggia e delegato CRUI per orientamento, formazione degli insegnanti, Its e life long learning;  Andrea Zanotti, Presidente di Fondazione Golinelli.

A Lorenzo Micheli, esperto di metodologie didattiche innovative, già coordinatore del programma Education di Expo 2020, spetterà il compito di restituire al pubblico presente un quadro delle precedenti sessioni svolte a porte chiuse.

Cristina Fantoni, giornalista di La7, modererà i tre successivi momenti di dialogo previsti.

Il primo, come il titolo stesso suggerisce, sarà incentrato su Le nuove opportunità di orientamento e prevede gli interventi di: Marcella Gargano, Direttrice generale per la formazione universitaria, l’inclusione e il diritto allo studio del Ministero dell’Università e della Ricerca; Cristina Grieco, Presidente di INDIRE; Roberto Ricci, Presidente di Invalsi; Stefano Versari, Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero dell’Istruzione.

Il secondo ha un focus specifico sul mondo del lavoro. A Orientamento: verso quale lavoro parteciperanno: Giovanni Brugnoli, Vice Presidente di Confindustria per il Capitale Umano; Andrea Malacrida, Country Manager di The Adecco Group Italia e founder di Phyd; Gregorio Moretti, Head of organization, people development e corporate university di Autostrade e referente progetto Ellis; Anna Laura Orrico, Deputata della Repubblica, membro dell’Intergruppo parlamentare Orientamento.

Il terzo momento, L’orientamento come sfida di tutto un Paese, vedrà protagonisti: Stefania Giannini, Assistant Director General for Education, UNESCO (in collegamento da remoto); Matteo Lepore, Sindaco di Bologna; Tiziano Treu, Presidente del CNEL; Luciano Violante, Presidente della Fondazione Leonardo – Civiltà delle Macchine (in collegamento da remoto).

Post recenti

Leave a Comment