Scuola: la grande assente

image_pdfimage_print

La partecipazione a iniziative come quella proposta ieri da Libera nella città di Foggia è senz’altro importante da un punto di vista morale e civile.

Le numerosissime istituzioni erano presenti e anche tutti i gradi delle forze dell’ordine. La cittadinanza foggiana e la rappresentanze nazionali hanno marciato durante il lunghissimo corteo per le strade del capoluogo dauno.

Tuttavia la grande assente era proprio la scuola, ogni istituto di ogni grado ha concesso la partecipazione al corteo unicamente ad una minoranza rappresentativa di studenti, continuando la normale attività didattica nelle scuole. E’ lecito pensare che se ieri erano presenti quarantamila persone, magari, con la partecipazione di tutto il corpo studentesco e docente di tutti gli istituti di almeno Foggia e provincia ci sarebbero state diverse migliaia di individui in più.

L’unicità dell’evento lasciava immaginare la partecipazione di tutti, eppure, proprio i ragazzi, futura classe dirigente e colonna portante della nazione sarebbero potuti essere molti più.

Spesso ci si lamenta della scarsa presenza dei giovani nella società, che stando alle parole di molti “sono sempre con la testa su un telefono”, ma, alcune volte, la loro assenza dipende da fattori esterni e questo lo dimostra proprio la volontà di tutti coloro che, ieri, appena terminate le lezioni si sono recati in piazza Cavour e hanno manifestato per la legalità.

Post recenti

Leave a Comment